Sui social cresce l’attesa per la terza stagione di Suburra, la popolare serie tv di Netflix che mescola sangue e amore, anche a tinte Lgbt

Se da un lato c’è Netflix Italia, che non ha ancora svelato la data ufficiale di uscita dei nuovi episodi di “Suburra”, dall’altro ci sono i favolosi attori del cast, tutti bravissimi, che spoilerano ai fan l’imminente ritorno della storia più avvincente e appassionante del piccolo schermo.

Tra i post con indizi criptici su Instagram anche quello di Claudia Gerini, che in Suburra nel ruolo di Sara Monaschi è sempre pronta a scendere a patti con il diavolo: “E arriverà anche la terza…”. Di sicuro l’affascinante attrice romana non si potrà più donare con il corpo e con l’anima al giovanissimo e invitante Lele Marchilli, il personaggio interpretato da Eduardo Valdarnini, attore sexy e in fortissima ascesa, uscito di scena proprio nell’ultimo episodio pubblicato sul servizio di streaming on demand Netflix il 22 febbraio dello scorso anno.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Claudia Gerini (@geriniclaudia)

Con queste parole, datate 7 agosto 2020, Claudia Gerini fa ben sperare i fan per un imminente annuncio della data di uscita della tanto attesa terza stagione di “Suburra”. Sono in tantissimi, compreso il sottoscritto, a sperare di poter vedere quanto prima, su Netflix, le nuove avventure di Aureliano Adami e Spadino Anacleti, nati dalla penna di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini e  impersonificati rispettivamente da Alessandro Borghi e Giacomo Ferrara. Nonostante Netflix non abbia ancora ufficializzato l’annuncio, sappiamo che le riprese della serie sono state avviate già da mesi e che diversi attori del cast sono stati visti tra le strade di Roma.

La domanda che è lecito farsi, in vista dei nuovi sviluppi della banda della Suburra, territorio romano anticamente malfamato, teatro di malaffare, crimini e immoralità, è la seguente: “L’amore non corrisposto di Spadino nei confronti di Aureliano avrà un lieto fine?”.

Le pulsazioni gay che vivono, seppur celate, grazie al personaggio di Spadino, fratello del boss del clan Anacleti della numerosissima famiglia zingara di dinastia Sinti, continueranno a far da sottotesto in una trama dominata dal crimine e dalla crudeltà più spietata. L’ambientazione dei fatti nella terza stagione si calerà ancor di più nei vicoli di Roma e provincia, così da far toccare con mano ai telespettatori il mondo della Suburra. La sensazione però che si ha è che quello che rimarrà nei telespettatori della unga battaglia tra Chiesa, Stato e criminalità è la potenza dell’amore.

Un paradosso che rende la serie italiana appassionante, grazie anche alla bravura degli attori.

Alessandro Borghi, Giacomo Ferrara, Carlotta Antonelli, Federica Sabatini, Claudia Gerini, Filippo Nigro Francesco Acquaroli, Adamo Dionisi, Paola Sotgiu, Rosa Diletta Rossi, Jacopo Venturiero: tutti confermati anche per le nuove puntate in arrivo. Chi non ci sarà è chi ha già lasciato una traccia indelebile nelle precedenti edizioni: oltre a Eduardo Valdarnini, Barbara Chichiarelli, Lorena Cesarini e Aleph Viola, rispettivamente la sorella di Aureliano, l’amante di Aureliano e l’amante di Spadino.

“Suburra” è la prima serie televisiva italiana originale distribuita da Netflix. La prima stagione, diretta da Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi, è stata distribuita su Netflix il 6 ottobre 2017. Il 29 gennaio 2018 è arrivato il rinnovo per una seconda stagione, diretta da Andrea Molaioli e Piero Messina, pubblicata il 22 febbraio 2019. Il 4 dicembre 2019 è stato l’annuncio della terza e, salvo ripensamenti, conclusiva stagione.

La serie, una delle più seguite degli ultimi anni in Italia, porta in scena le vicende di alcuni personaggi politici, criminali e persone comuni, coinvolti negli affari malavitosi della città di Roma, sullo sfondo dell’assegnazione degli appalti per la costruzione del Porto turistico nel quartiere di Ostia. Una trama ricca di colpi di scena e attuale a cui è impossibile resistere, grazie anche alla bravura e all’appeal degli attori. La curiosità intorno alla serie non è stata mai così alta. La terza stagione promette davvero di essere la più sorprendente dell’intera trilogia. Non ci resta che aspettare.

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: SHUTTERSTOCK


I milanesi Watt sono i vincitori del Festival di Castrocaro 2020 con i loro “Fiori da Hiroshima”

SUPER TORMENTONE: “Non sono una signora” supera “Non vivo più senza te”. Loredana Bertè è vicina alla semifinale!