Nella semifinale di The Voice Senior è stata eliminata, ma la cantante e pianista Laura Fedele, non è proprio un’esordiente. Ha un curriculum prestigioso e alle spalle una discografia molto interessante ricca di cover ma soprattutto di brani originali, di cui è autrice.

E’ autodidatta: a soli 5 anni suona il pianoforte senza alcuna lezione. Si avvicina poi alle varie sfumature del jazz, partecipando ad importantissimi festival italiani ed internazionali, dal Jazz and Heritage Festival di New Orleans al Just like a woman, a fianco di nomi quali Patty Smith e Dee Dee Bridgewater.

Ha inciso dodici dischi, tra cui l’album “Laura Fedele” presentato nel 1996 al Premio Tenco e “Pornoshow” del 2003, che contiene reinterpretazioni di brani firmati Tom Waits, riadattati in lingua italiana dalla cantante, sotto la diretta supervisione dell’autore. Del 2004 è invece l’album live, in trio, dedicato alla cantante e pianista Nina Simone“Independently Blue: le canzoni di Nina Simone”.

Inoltre si dedica all’insegnamento, ha collaborato con le più note scuole di Milano e dal 2006 è docente in canto jazz ai Civici Corsi di Jazz di Milano.

La sua partecipazione al programma tv mostra la grande umiltà e la voglia di mettersi in gioco che ha sempre contraddistinto la cantante, nonostante la carriera, i riconoscimenti e le esperienze passate. Un ottimo esempio per molti suoi colleghi (e non solo).

Clicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Casadilego: un talento alla ricerca del proprio suono

Cinema. “Spongebob amici in fuga film”