Kiran Maccali, ex concorrente del Grande Fratello 2011 versione Nip, è stato portato in carcere per scontare una pena prevista di 5 anni e 4 mesi di reclusione con l’accusa di violenza sessuale, domestica ed estorsione. Di origini indiane, Kevin aveva raggiunto la notorietà proprio grazie al reality show. Una volta uscito, però, era finito nei guai.

Nell’estate del 2017, infatti, fu fermato per aver aggredito i genitori adottivi: a chiamare il 112 era stata la madre. Era stato tuttavia assolto per la presunta aggressione, ma condannato a otto mesi per oltraggio, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento aggravato per essersela presa con i carabinieri intervenuti a casa.

Nel 2018, però, venne di nuovo arrestato per molestie e stalking ai danni della sua ex fidanzata. L’8 marzo 2018 aveva tentato anche di abusare dell’ormai ex fidanzata, con la scusa di volerle fare gli auguri per la festa della donna, violando l’obbligo di dimora e l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria cui era sottoposto.

Nel febbraio 2020, ancora, l’arresto in flagranza per estorsione aggravata a un impiegato delle Poste di Romano. Raggiunto dai carabinieri, li aveva strattonati e insultati.

Nel luglio 2022 l’uscita dal carcere e ora il rientro per il cumulo pene diventato esecutivo. I carabinieri, infatti, hanno riportato il 36enne di Romano di Lombardia in via Gleno a Bergamo dove dovrà scontare un cumulo di pene per reati che vanno dalla violenza sessuale e domestica all’estorsione.

Chissà cosa avrà da dire, l’allora conduttrice, Alessia Marcuzzi.

Fonte Bergamonews

Crediti Foto maccalikiranofficial Instagram

 

TAG:
Alessia Marcuzzi condanna Grande Fratello 2011 Kiran Maccali prigione

ultimo aggiornamento: 13-10-2022


Dopo la doccia accende la tv, 13enne muore tragicamente folgorata dalla corrente

Trovata morta sotto al ponte della ferrovia nel giorno del suo compleanno, accanto al corpo di Giuseppina, tre bossoli e la sua bicicletta