Colpo di scena ieri sera nella casa del Grande Fratello Vip: dopo un televoto durato oltre dieci giorni, ad essere eliminata questa volta è Guenda Goria. La figlia di Maria Teresa Ruta era in nomination assieme ad Elisabetta Gregoraci, Francesco Oppini, Pierpaolo Pretelli, Maria Teresa Ruta Stefania Orlando.

Un’eliminazione decisamente inaspettata che ha sconvolto tutti. Nessuno si aspettava la sua uscita dalla casa, dal momento che era una delle più amate dal pubblico e soprattutto aveva ottenuto l’immunità molteplici volte.

LA RABBIA DEI FAN E IL FAVORITISMO A ELISABETTA

Questo risultato del televoto non è stato accolto positivamente dai telespettatori a casa. Sui social è scoppiata una rivolta in merito. Secondo i fan il televoto sarebbe stato manipolato e truccato dalla produzione stessa.

Su Twitter molti sostengono che sarebbero dovuti uscire concorrenti di minor rilievo, come Pierpaolo Pretelli, oppure personaggi non proprio simpatici al pubblico come Elisabetta Gregoraci.

A proposito di quest’ultima, sempre più persone sostengono che la produzione abbia truccato i risultati per favorire la sua durata nella casa più spiata d’Italia e la sua “storia” con Pierpaolo. Una vicenda che, oltre a non risultare credibile, non ha più alcun modo di sopravvivere e non interessa molto ai fan sui social.

LA DELUSIONE DI ANTONELLA ELIA

Anche Antonella Elia è rimasta delusa e affranta da questa eliminazione. Subito dopo l’annuncio del risultato, ha dichiarato in studio:

“Io credo che nella nostra società ragazze come Guenda servano. Noi dovremmo spiare e cercare di conoscere persone come lei e non fare il tifo per romanzetti di Serie d. Eliminando Guenda, voi eliminate un personaggio colto, bello un gioiello e godetevi i romanzetti di serie D” in riferimento alla storia di Elisabetta e Pierpaolo.

Una posizione che ha rispecchiato molto quella del pubblico da casa.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Terremoto nell’Egeo: si teme anche per il Sud-Italia

Cinema. “La vita straordinaria di David Copperfield”