Salutate il “Visconte”. La seconda stagione di “Bridgerton” ha eliminato la prima stagione dello show dallo slot n. 1 nella classifica di Netflix delle sue serie TV in lingua inglese più popolari di tutti i tempi. Martedì, Netflix ha rivelato tramite la sua Top 10 settimanale che, al 17 aprile, la seconda stagione di “Bridgerton” aveva raggiunto 627,11 milioni di ore visualizzate dal suo lancio il 25 marzo.

“Dopo quattro settimane in cima alla lista della TV inglese, Lady Whistledown è molto lieta di rivelare che la stagione 2 di ‘Bridgerton’ è salita al primo posto nell’elenco dei più popolari con 627,11 milioni di ore visualizzate, davanti alla stagione 1 di ‘Bridgerton’ al secondo posto posto”, ha detto Netflix. “Questo segna la prima serie in assoluto a detenere sia il primo che il secondo posto in una lista dei più popolari. Questa settimana, la stagione 2 ha registrato 66,61 milioni di ore visualizzate ed è apparsa nella Top 10 in 88 paesi”.

Creata da Chris Van Dusen e prodotta da Shonda Rhimes, la prima stagione di “Bridgerton” ha accumulato 625,49 milioni di ore visualizzate nei suoi primi 28 giorni su Netflix, che è la metrica utilizzata dal servizio di streaming per calcolare gli elenchi dei “più popolari”. Quel conteggio ha portato la prima stagione di “Bridgerton” saldamente al top per i titoli TV in lingua inglese, ma ancora molto indietro rispetto al vincitore per la serie non in lingua inglese, “Squid Game”, che ha segnato 1,65 miliardi di ore di visione nei suoi primi 28 giorni .

La seconda stagione di “Bridgerton” ha spostato notoriamente l’attenzione dalla coppia principale della prima stagione, Daphne Bridgerton (Phoebe Dynevor) e Simon Basset, il duca di Hastings (Regé-Jean Page), al fratello maggiore di Daphne, Anthony (Jonathan Bailey) e al suo interesse romantico Kate Sharma (Simone Ashley) nella seconda stagione. Mentre Dynevor ha ripreso il suo ruolo per la seconda stagione e ha parlato del suo attuale marito Simon come fuori dallo schermo con la loro piccola Augie, Page è uscito dallo show prima della seconda stagione e non è apparso in nessuno degli episodi.

“Bridgerton” è già stato rinnovato per la terza e la quarta stagione su Netflix, con il servizio di streaming che conferma i piani per coprire più trame dell’omonima serie di romanzi rosa di Julia Quinn.

Crediti Foto: netflixitalia/Twitter


Buon compleanno Elisabetta! La regina d’Inghilterra spegne oggi 96 candeline

Giallo a Pisa, madre e figlia trovate nude in auto a 300 chilometri da casa: c’è il coinvolgimento di una setta religiosa?