All’indomani della finale del Festival di Sanremo che ha visto trionfare il gruppo dei Maneskin davanti a Fedez/Michielin ed Ermal Meta, c’è una forte polemica che sta prendendo largo sul web di cui si è reso protagonista Willie Peyote. Il cantante, su Twitch, si è lasciato andare infatti a delle dichiarazioni alquanto offensive nei riguardi di alcuni suoi colleghi.

La prima ha colpito Ermal Meta reo, secondo Peyote, di avere vinto la gara degli inediti per avere scelto un brano di Dalla proprio nel giorno del suo compleanno ed essere stato premiato fondamentalmente per l’atto di ruffianeria. La replica di Ermal non si è fatta attendere:

Caro Willie Peyote, voglio farti un dispetto e dirti quello che penso. Penso che tu sia bravo. Ieri eravamo a due metri di distanza nei camerini e se mi avessi detto di persona queste parole, saresti stato il coraggioso che appari sul palco. Buona fortuna e buona musica“.

Ma il vincitore del premio della critica Mia Martini non si è limitato a colpire solo il cantante albanese, visto che sempre all’interno della diretta Twitch ne ha avute anche per Aiello e Francesco Renga: “Io credo che Renga, e mi dispiace dirlo, perché lui era uno dei rappresentanti della bella vocalità all’italiana, ha cagato sul microfono stasera…. lo penso solo io? A un certo punto, ti dico solo che sembrava Aiello“.

Arriveranno repliche anche da parte di questi ultimi due? Ma, soprattutto: cosa spinge un artista fin’ora sconosciuto ai più ad essere così poco elegante nei riguardi di colleghi dalla carriera e dalla popolarità più longeva?

 

 

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: williepeyote/instagram


Sanremo 2021: Madame vince il Premio Lunezia per la sua “Voce”. Riconoscimento anche per Davide Shorty

Sanremo History Playlist: Tutti i Big vincitori del Festival