Revenge porn, fermato dalla polizia postale, un giovane di 17 anni

“Volevo Umiliarla e svergognarla”, si è giustificato così il 17 enne che qualche giorno fa ha tappezzato con foto hot della ex fidanzatina di 13 anni, le mura di un paese della provincia di Salerno. Le immagini ritraevano l’ex fidanzatina in pose sessualmente esplicite, a cui lui aveva aggiunto offerte fasulle di prestazioni sessuali a pagamento.

A seguito di perquisizione presso l’abitazione del 17enne, gli agenti dalla sezione di Salerno del Compartimento polizia postale e delle comunicazioni Campania, hanno sequestrato vario materiale pedopornografico. Il ragazzo è stato collocato in una comunità, con provvedimento emesso dal Tribunale per i minorenni l’8 marzo, il giorno dedicato alla donna.

Il ragazzo ha ammesso di aver attaccato spinto dalla gelosia, in molte strade del paese manifesti con l’immagine della ragazza, colta in una posa intima.

La polizia postale esorta ad evitare l’invio di immagini o video di contenuti intimi, poiché si corre un doppio rischio: oltre all’eventuale pericolo di un successivo uso illecito da parte di chi le ha ricevute, vi è anche un problema legato alla sicurezza dei dispositivi.  E’ comunque importantissimo denunciare immediatamente alla polizia quanto subito poiché solo un intervento tempestivo può limitare i danni evitando l`ulteriore divulgazione di foto o video.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: LaPresse


Raoul Casadei, non ci sarà il funerale. La figlia: “Lo saluteremo con una festa allegra e un bicchiere di sangiovese”

Uccide a fucilate il cane-mascotte del paese, fiori e striscioni per “Willy”: denunciato 70enne