Manca un anno all’Eurovision Song Contest 2022, l’evento non-sportivo più seguito al mondo, ma già diverse città si sono candidate per ospitare l’evento. La RAI, emittente televisiva organizzatrice dell’Eurovision, ha indetto un bando settimana scorsa per permettere a diverse città di candidarsi nella speranza di essere scelte per ospitare l’Eurovision Song Contest 2022.

Le 17 città che si sono candidate sono:

  • Acireale (Catania)
  • Alessandria
  • Bertinoro di Romagna (Forlì – Cesena)
  • Bologna
  • Firenze
  • Genova
  • Jesolo (Venezia)
  • Matera
  • Milano
  • Palazzolo Acreide (Siracusa)
  • Pesaro
  • Rimini
  • Roma
  • Sanremo (Imperia)
  • Torino
  • Trieste
  • Viterbo

 

Questa mattina la RAI invierà alle città che ci sono candidate una guida con tutti i requisiti che l’EBU, Unione Europea di Radiodiffusione, chiede ad esse di avere per poter ospitare un evento di tenuta internazionale. I requisiti non riguardano solamente il luogo dove si terrà la gara canora, ma riguardano anche gli spazi per ospitare l’Eurovillage, i vari collegamenti logistici e il possesso di un numero di posti letto sufficienti per artisti, giornalisti, staff e il pubblico.

Le città hanno tempo fino a mercoledì 4 agosto per soddisfare tali requisiti e dimostrare alla RAI di possederli. Sempre la RAI avrà il compito, assieme all’EBU, di scegliere la città che ospiterà la 66a edizione dell’Eurovision Song Contest.

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Iscriviti al GRUPPO OA PLUS

 

TAG:
Bologna Eurovision Song Contest milano Rai Roma Torino

ultimo aggiornamento: 14-07-2021


Sangiovanni e Giulia saranno ospiti a C’è Posta Per Te. La coppia porterà in tv la loro battaglia a favore del diritto di essere diversi?

Azzurri, dalla Nations League al mondiale in Qatar: ecco i prossimi impegni della Nazionale