Il piccolo arcipelago Chinijo è una perla rara incastonata in un diadema, una vastissima riserva naturale con fondali incontaminati, che fa parte del territorio delle Canarie. Questo piccolo gruppo di isole offre uno spettacolo sommerso alla portata di tutti, adulti e ragazzi

Forse non tutti sanno che fra le isole dell’arcipelago delle Canarie si nasconde un altro arcipelago, chiamato Chinijo. Questo nome deriva dal termine locale chinijo, che significa “piccolo”, proprio per la sua condizione di mini-arcipelago. E come tutte le cose piccole è anche particolarmente prezioso. 

Il tratto di mare che si trova a Nord dell’isola di Lanzarote ospita le isole che compongono il Chinijo appunto. L’isola principale è La Graciosa, l’isola che soltanto quattro anni fa nel 2018 ha ottenuto l’autonomia amministrativa diventando l’ottava isola delle Canarie. Oltre all’isola maggiore, nelle acque dell’Oceano sono distribuiti gli isolotti di Alegranza, Montaña Clara, Roque del Este e Roque del Oeste. L’intero arcipelago è un’area naturale protetta ed è la più grande riserva marina dell’Unione Europea, vasta 700 chilometri quadrati.

Alle Canarie e anche attorno a La Graciosa, le temperature medie raggiungono i 24 gradi e le precipitazioni sono rare: l’ideale per svolgere tutto l’anno attività all’aperto come snorkeling e immersioni in profondità.  L’arcipelago Chinijo ha fondali spettacolari che offrono un vero paradiso per le famiglie che vogliono godersi il mare nella sua dimensione sottomarina. L’area offre incredibili opportunità anche per i subacquei esperti, che possono esplorare grotte e relitti e andare alla ricerca di specie esotiche uniche al mondo. 

L’area marina protetta dell’arcipelago Chinijo

Il Parque Natural del Archipiélago Chinijo è la riserva marina che comprende le isole e la fascia costiera a Nord Ovest di Lanzarote (El Jable, Famara e il vulcano di Monte Corona). Le uniche località turistiche che fanno parte del parco sono il villaggio di pescatori Caleta de Famara e Caleta del Sebo, il capoluogo di La Graciosa. È un minuscolo angolo del Pianeta dall’alto valore biologico, dove trovano rifugio migliaia di specie marine e terrestri. Un complesso territoriale di grande importanza naturalistica, geologica e paesaggistica.

In questa parte delle Isole Canarie, i fondali rocciosi sono ambienti ideali da esplorare per i subacquei, perché l’acqua è più limpida e ricca di vita. Ci sono grotte, anfratti, archi, labirinti e tunnel. La flora e la fauna sono incredibili; a pochi metri dalla spiaggia, semplicemente con un boccaglio e una maschera, si possono già vedere alcune specie di pesci, crostacei, molluschi e coralli.

La Riserva Marina ospita una grande abbondanza tra flora e fauna con alcune specie rare che vivono solo qui. I subacquei possono assistere allo spettacolo della vita marina: grandi distese di piante marine e numerosi tipi di alghe colorate creano un palcoscenico variopinto. C’è un’incredibile fauna selvatica: cetacei, aragoste delle Canarie, cernie, barracuda, murene, ricciole, granchi, stelle marine e anche le foche monache.

Crediti Foto: Ufficio Stampa Isole Canarie

Segui OA Plus Viaggi su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

TAG:
Canarie Chinijo

ultimo aggiornamento: 08-07-2022


LA FABBRICA DEI SOGNI di Chiara Sani. Jason Momoa è il difensore degli oceani di tutto il mondo

Prato, 13enne muore in casa con l’amichetta che da l’allarme