Ecco la nuova rubrica 80PARADE Cosa resterà degli anni 80? con 5 brani tratti dalle classifiche settimanali e annuali italiane degli anni ‘80.

Un’occasione imperdibile per riscoprire canzoni e artisti che hanno segnato un’epoca che sta vivendo un momento speciale di rivalutazione.

 Questa settimana la world music di Paul Simon, un cult di Anna Oxa, il pop dei Modern Talking, la discomusic firmata da Moroder con la voce di Madleen Kane e un artista da riscoprire: Enzo Malepasso.

Diamonds on the soles of her shoes – Paul Simon [#34, 1987]

Paul Simon segna il percorso della world music negli anni ’80 con l’album, capolavoro “Graceland” registrato a Johannesburg con diversi artisti sia africani che americani. “Diamonds on the soles of her shoes” è il quarto singolo tratto dall’album, che resta l’album più venduto di Simon.

A lei – Anna Oxa [#13, 1985]

Roberto Vecchioni con Mauro Paoluzzi firma per Anna Oxa la potentissima “A lei“, che la cantante porta al Festival di Sanremo del 1985 classificandosi settima. Il brano fa parte dell’album “Oxa” dello stesso anno, che contiene anche altri brani composti dal cantautore lombardo. Il brano è stato riproposto anche nella serie Tv “We are who we are” di Luca Guadagnino.

Atlantis is calling (S.O.S. for love) – Modern Talking [#13, 1986]

I Modern Talking, duo tedesco formato da Dieter Bohlen e Thomas Anders, azzeccano una serie di singoli elettropop tra il 1985 e il 1986, anno in cui le classifiche di mezzo mondo vedono balzare in testa proprio “Atlantis is calling (S.O.S. for love)“, tratta dal loro terzo album “Ready for Romance”.

You can – Madleen Kane [#7, 1981]

E’ Giorgio Moroder l’artefice di questo ennesimo successo che invade le piste da ballo nel 1981: “You Can” viene affidato alla voce di Madleen Kane, cantante e modella svedese che la inserisce nel suo quarto album “Don’t Wanna Lose You”.

Ti voglio bene – Enzo Malepasso [#3, 1980]

Enzo Malepasso non è uno di quei nomi noti ai più, sconosciuto per chi ha non ha vissuto a pieno gli anni ’80, eppure il suo nome ha giocato un ruolo fondamentale per molti artisti italiani importanti: ha scritto “Non voglio mica la luna” con Zucchero per Fiordaliso, ha prodotto album di Nino D’Angelo, ha prodotto e lanciato nel 1994 Gigi D’Alessio. Nel 1980 è arrivato secondo a Sanremo proprio con questa “Ti voglio bene“, dietro a Toto Cutugno e davanti a Pupo e alla sua celeberrima “Su di noi“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Rubrica, JazZONE. José González, Marco Giudici, Sofia Logan, Parcels, Melim

Andrea Di Giovanni: l’artista Pop Queer collabora con Sem&Stènn che hanno remixato il suo singolo “Rebel”