Ecco la nuova rubrica 80PARADE Cosa resterà degli anni 80? con 5 brani tratti dalle classifiche settimanali e annuali italiane degli anni ‘80.

Un’occasione imperdibile per riscoprire canzoni e artisti che hanno segnato un’epoca che sta vivendo un momento speciale di rivalutazione.

 Questa settimana la voce eterna di Mina, la sensualità di Prince, la personalità estrosa di Elton John, la sinergia dei Pooh e il pop d’autore firmato da Paul McCartney.

Rose su rose – Mina [#17, 1984]

La Tigre di Cremona si affaccia alla classifica del 1984 con il brano romantico dalle tinte blues, “Rose su rose“, scritto dal figlio Massimiliano Pani e Piero Cassano, tastierista dei Matia Bazar. La canzone, sigla di apertura di Sanremo 1984, è stata inserita in “Catene“, trentasettesimo album di Mina.

Sign o’ the times – Prince [#12, 1987]

Figura leggendaria della musica mondiale, Prince pubblica nel febbraio 1987 il capolavoro “Sign o’ the times”, primo estratto dall’omonimo album. Nel brano affronta tematiche di estrema attualità come l’AIDS, il pericolo nucleare, la violenza, su un riff di sintetizzatore e un basso in dialogo constante con l’immancabile chitarra elettrica.

Healing hands – Elton John [#6, 1989/90]

Elton John dopo il trionfo degli anni ’70, chiude gli anni ’80 con questo potente singoloHealing hands” che, nonostante in patria non ottiene riscontri positivi, in Italia raggiunge la vetta della posizione #6 nella classifica settimanale di fine dicembre 1989.

Canterò per te – Pooh [#4, 1980]

Un brano iconico costruito sull’unione delle voci di Dodi, Red, Roby e Stefano, ovvero i quattro Pooh. Il brano energico e leggero, utilizzato come sigla della manifestazione Un disco per l’Estate del 1980, è composto da Dodi Battaglia (musica) e Valerio Negrini (testo).

Once upon a long ago – Paul McCartney [#2, 1987/88]

Arriva sul podio questo brano dell’ex Beatles Paul McCartney, che, anche se lontano dai capolavori del quartetto di Liverpool, riesce ad ottenere un buon riscontro nel novembre del 1987 e viene presentato dal cantante al Festival di Sanremo del 1988. Il brano, estratto dalla compilation All the Best!, è prodotto da Phil Ramonee, mixato da George Martin e vede la partecipazione di Nigel Kennedy al violino.

Artisti che hanno segnato la storia del pop italiano e internazionale con brani leggendari e cult da riassaporare per capire meglio il mondo musicale odierno. Buon ascolto!

Clicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Impeachment Trump: domani votazione al Senato

Il Cantante Mascherato UK: l’Arlecchino si sente male, è Gabrielle!