CLICCA QUI PER AGGIORNARE IL LIVE

01,40: Amadeus ringrazia Maria Chiara Giannetta e chiude la diretta. Grazie per essere stati con noi. Appuntamento a domani con la serata finale del Festival di Sanremo

01,36: classifica generale: 25)Tananai, 24)Ana Mena, 23)Giusy Ferrei, 22) Highsnob 21) Yuman, 20)Vibrazioni, 19)Rkomi 18)Truppi, 17)Zanicchi, 16)Rettore, 15)Noemi, 14)Aka7, 13)Dargen D’Amico, 12)Romano, 11)Lauro, 10)Bravi, 9)Moro, 8)Ranieri, 7)RDL, 6)Emma, 5)Sangiovanni, 4)Irama, 3)Elisa, 2)Morandi, 1)Mahmood e Blanco

01,29: i vincitori bissano l’esibizione mentre scorrono i titoli di coda

01,28: Jovanotti e Morandi ritirano il premio per mano dell’assessore al turismo della regione Liguria

01,27: vince la serata della cover Gianni Morandi ed il Medley

01,26: al terzo posto si posiziona Elisa con What a feeling, secondo posto per Mahmood con Il cielo in una stanza

01,25: primi tre posti della classifica generale

01,21: si balla con il dj Massimo Alberti e non potevano che mancare i saluti a Gigi D’Agostino che sta lottando contro un brutto male

01,16: stop al televoto. Pubblicità

01,15: non ci sono commenti per questa storpiatura…la povera Raffaella Carrà si starà rivoltando nella tomba

01,11: ultimo cantante in gara, Tananai, proveniente dalle giovani proposte. Tananai omaggia Raffaella Carrà con Rose Chemical, cantando “A far l’amore comincia tu”. Codice 25

01,08: Moro non brilla di intonazione, ma l’interpretazione compensa gli errori vocali fatti specialmente nel ritornello

01,05: Fabrizio Moro, penultimo artista in gara, canta I Pooh eseguendo “Uomini soli”. Codice 24

01,04: Maria Chiara Giannetta scende con un terzo cambio di abito. L’attrice ringrazia e racconta che per lei il Festival è un ricordo dei nonni che si sono conosciuti con Sei Bellissima della Bertè

01,00: come direbbero le nuove generazioni, un po’ “too much”  questa interpretazione di Giusy Ferreri e, tratti, anche un po’ imprecisa vocalmente e fuori tempo…non brillantissima la sua performance, mentre il sax finale di Andy tira su la media della sufficienza

00,56: Giusy Ferreri e Andy dei Bluvertigo omaggiano Battisti. I 23esimi cantanti in gara cantano “Io vivrò senza te”. Codice 23

00,52: essendo dj e Producer,  D’Amico ha arrangiato il brano in versione estiva, perfetta per le discoteche ibizenche. Sembra quasi di ascoltare un pezzo di Raffaella Carrà

00,50: Guanciale presenta il 22esimo artista in gara, Dargen D’Amico. D’Amico canta “La Bambola” di Patty Pravo. Codice 22

00,43: Lino Guanciale è l’ospite di questa serata. L’attore è venuto per parlare delle due serie a cui ha preso parte in uscita nelle prossime settimane: “Noi“, remake italiano della pluripremiata “This is Us”, e “Sopravvissuti“. E’ anche uno dei più apprezzati attori italiani, conosciuto dal grande pubblico soprattutto per aver recitato in fiction Rai di successo come “L’allieva“, “La porta rossa” e “Il commissario Ricciardi“. Anzitutto intona “A hard day’s night” dei Beatles per essere coerente con la serata delle cover

00,37: pubblicità

00,34: intonazione calante per entrambi gli interpreti…un peccato aver sporcato uno dei pezzi più intensi e belli della storia della musica italiana

00,30: Highsnob e Hu e Mr. Rain sono i prossimi artisti in gara. Il loro è un omaggio a Luigi Tenco e cantano “Mi sono innamorato di te”. Codice 21

00,29: la resa non è delle migliori…Arisa e Aka7even steccano più volte…hanno sbagliato tonalità dell’arrangiamento

00,25: il ventesimo cantante in gara omaggia il grande Alex Baroni che esordì a Sanremo nel 1997 dove vinse il premio per la migliore voce. Aka7even e Arisa cantano “Cambiare”. Codice 20

00,15: Maria Chiara lancia una sorta di meditazione con il pubblico e poi racconta dell’etimologia della parola guardiano…i suoi sono ciechi. Racconta le storie di quattro persone senza la vista e da cui ha imparato molte lezioni di vita

00,07: Amadeus e Rkomi lanciano la pubblicità con le flessioni sul palco

00,03: Rkomi arriva a petto nudo sul palco, forse per compensare Lauro che invece stranamente era coperto. Inizia la performance con “Fegato spappolato”, continua con “Deviazioni”, finisce con “Cosa succede in città”

00,01: Rkomi e Calibro 35 canta un medley di canzoni di Vasco Rossi. Codice 19

00,00: al momento l’esecuzione meglio riuscita…confermano la bravura di entrambi anche in un pezzo cantato moltissime volte e che non li ha fatti scivolare nel cliché della ripetitività

23,56: Mahmood e Blanco appaiono dietro Amadeus mentre lui li stava per presentare. Cantano “Il cielo in una stanza” di Gino Paoli. Codice 18

23,54: troppo triste la performance di Michele Bravi, voce quasi assente o fin troppo sussurrata. Dedica l’omaggio ai nonni che non ci sono più di cui ha le fedi dietro

23,50: Lucio Battisti e Mogol sono omaggiati dal 17esimo cantante in gara, Michele Bravi, che canta “Io vorrei…non vorrei…ma se vuoi”. Codice 17

23,44: Amadeus si collega di nuovo con Orietta Berti e Rovazzi che chiama Orietta, Lady Gaga. Sono sei ragazzi di Bergamo, i Pinguini Tattici Nucleari ci faranno ballare sulle note di Ringo Starr

23,39: pubblicità

23,38: Orietta Berti e Fabio Rovazzi dalla nave crociera Costa Toscana annunciano che i prossimi ad esibirsi saranno i Pinguini Tattici Nucleari

23,36: scorrono le immagini dei concerti di Jovanotti sulla note de “Il più grande spettacolo dopo il Big Ben”

23,33: Jovanotti chiude la poesia cantando “Che sarà” canzone portata a a Sanremo da Josè Feliciano e dai Ricchi e Poveri. Amadeus inneggia al ritorno della normalità

23,29: Jovanotti legge una poesia di Mariangela Gualtieri, poetessa contemporanea, dal titolo “Bello mondo”

23,20: Lorenzo Jovanotti è l’ospite, nemmeno tanto a sorpresa oramai, di questa serata. Racconta di quando entrambi lavoravano a Radio Deejay e dei loro esordi e della passione per la pittura di Amadeus

23,17: l’intensità di questo brano è pane per i denti per Massimo Ranieri, grande, oltre che nel canto, anche nel teatro. Nek meno preciso al suo fianco, ma la bellezza del pezzo cancella ogni difetto. Uno dei più bei pezzi della storia della musica italiana dedicato ad Anna Magnani

23,14: Massimo Ranieri con Nek interpreta uno dei pezzi più belli del compianto Pino Daniele: Anna verrà. Codice 16

23,08: La Rappresentante di Lista con Cosmo, Margherita Vicario e Ginevra, cantano “Be my baby” delle The Ronettes, uno dei brani della colonna sonora dell’indimenticabile film Dirty Dancing. Codice 15. Nell’arrangiamento spiccano delle influenze elettroniche che fanno del brano storico un brano quasi alternativo

23,07: Amadeus fa un riepilogo dei codici degli artisti che si sono esibiti fino ora e di quelli a venire

23,04: il salto indietro nella disco dance ha smosso tutto il pubblico in sala. Bravi i due ragazzi a ricordare un periodo storico molto amato e che ahimè non tornerà più

23,00: Ana Mena è l’artista numero 14. Questa sera eseguirà un Medley di pezzi anni ’70 assieme a Rocco Hunt. Codice 14. Inizia con “Mondo”, segue con “Figli delle stelle” e finisce con “Se mi lasci non vale”

22,58: un repertorio più che appropriato quello scelto da Iva Zanicchi, che, nonostante gli anni che passano, non sembra perdere voce e nemmeno smalto. Ad 82 anni vederla così fa bene all’anima

22,54: in qualità di tredicesimo artista in gara, Iva Zanicchi, omaggia Milva, interpretando il brano “Canzone”. Codice 13

22,48: pubblicità

22,44: Nessuno mi può giudicare di Caterina Caselli è il dodicesimo brano portato sul palco da Rettore e Ditonellapiaga (codice 12).  Un bellissimo omaggio da parte di Rettore e Ditonellapiaga all’ormai iconico brano di Caterina Caselli che, proprio quest’anno, compie mezzo secolo. Una perla incastonata nel repertorio della musica italiana

22,42: entrambi i cantanti scendono tra il pubblico a prendere i consensi e chiudendo tra gli applausi l’esecuzione. Amadeus ringrazia Grignani e gli dona anche un mazzo di fiori

22,39: Grignani scende le scale a canzone iniziata, ma non ci mette molto a prendere la scena. Irama ha la vocalità e la personalità adatta per questo brano. Si dimostra un’ottima scelta

22,36: Irama e Gianluca Grignani sono gli undicesimi artisti. La scelta è ricaduta su La mia storia tra le dita di Grignani. Codice 11

22,30: decimo cantante in gara Matteo Romano al pianoforte che assieme a Malika Ayane interpreta Your Song di Elton John. Codice 10. Voce e faccia pulita, Matteo, star di TikTok è la quota web che sta sorprendendo un po’ tutti…Malika è una garanzia, e questo brano nell’ensemble è decisamente gradevole

22,23: pubblicità

22,28: Maria Chiara Giannetta e Maurizio Lastrico inscenano delle gag utilizzando i titoli delle canzoni

22,16: Achille ha scritto una lettera di scuse più cinquanta rose a Loredana per averla criticata tempo fa..lascia tutti senza parole. A dimostrazione che non deve spogliarsi per sorprendere

22,11: per Lauro probabilmente una delle performance più “low profile”, Loredana Bertè icona di stile e personalità. Sei Bellissima è davvero una canzone senza tempo

22,09: noni in ordine di apparizione Achille Lauro e Loredana Bertè che cantano Sei Bellissima della stessa Bertè. Codice 09

22,06: Elisa parte un po’ tentennante sull’intonazione ma si riprende sul seguire del brano, la D’Amario resta in due pezzi sfoggiando più addominali di un body builder. Il pubblico in sala pare avere gradito molto e Giorgio Moroder ringrazia attraverso un video inviato da Los Angeles

22,02: ottava artista in gara Elisa, che canta “What a Feeling” di Giorgio Moroder, colonna sonora del Film Flashdance. Con lei Elena D’Amario che danzerà alle sue spalle. Codice 08

21,55: Gianni Morandi, Mousse T e Lorenzo Jovanotti, arrivato a sorpresa all’Ariston, sono i settimi artisti ad esibirsi: cantano un medley deii loro brani. Iniziano con “Occhi di ragazza”, seguono con “Un mondo d’amore”, continuano con “Ragazzo Fortunato” e finiscono con “Penso positivo”. INFIAMMANO L’ARISTON

21,48: pubblicità

21,45: l’arrangiamento è stato stravolto in una esecuzione di soli archi…purtroppo l’esibizione finale è imbarazzante…entrambe impacciate e poco avvezze alla pronuncia dell’inglese

21,43: Emma Marrone con la compagnia di Francesca Michielin canta Baby One More Time di Britney Spears . Le due artiste scendono le scale mano nella mano e si posizionano davanti ai microfoni. Codice 06

21,39: Fiorella Mannoia riempie il palco con la sua bravura. Lei e Sangiovanni, tuttavia, sono molto affiatati

21,36: Pierangelo Bertoli è il quinto omaggio della serata, a portarlo sul palco dell’Ariston sono Sangiovanni e Fiorella Mannoia. Cantano A Muso Duro. Codice 05

21,32: chitarra, batteria, piano e voce che completano un brano che fu scritto come colonna sonora di James Bond e che viene ben cantato sia da Sophie (con caschetto e frangetta color rosso fuoco) che da Francesco Sarcina

21,29: è il turno de Le Vibrazioni con Sophie and the Giants e Peppe Vessicchio che eseguono “Live and let die” di Paul McCartney. Codice 04

21,24: pubblicità

21,23: Yuman troppo scolastico per l’arrangiamento jazz della Marcotulli, scelta un po’ azzardata, anche se il timbro si presta molto bene al genere

21,18: il terzo cantante, presentato troppo velocemente dalla Giannetta e che per questo viene ripresa da Amadeus, è Yuman che canta “My way” di Frank Sinatra assieme all’accompagnamento al pianoforte di Rita Marcotulli. Codice 03

21,16: entra Maria Chiara Giannetta, la quarta co-conduttrice del Festival, nota per i ruoli di Anna Olivieri nella serie Don Matteo e di Blanca Ferrando nella serie Blanca. Racconta, in maniera spumeggiante, di essere stata notata da Amadeus dopo una puntata de I Soliti Ignoti e avergli detto di primo impatto “ci penso” salvo richiamarlo dopo cinque secondi e avergli detto di “sì”

21,12: fa capolino la parola “coglioni”: oggi, con il politically correct, sarebbe stato un brano bannato da Sanremo, ma visto che è un pezzo di De Andrè, respect….!

21,07: il secondo cantante in gara è Giovanni Truppi che assieme a Vinicio Capossela e la fisarmonica a bocca di Mauro Pagani, interpreta “Nella mia ora di libertà” di Fabrizio De Andrè, dirige il Maestro Stefano Nanni, codice 02

21,01: prima artista della serata, Noemi, che omaggia seduta al pianoforte e con la sua voce soul la grande Aretha Franklin in “You make me feel” (Like a natural woman. Scelta azzeccata. Codice per lei è lo 01

20,50: le cover di questa sera saranno comprese in un lasso di tempo storico compreso tra gli anni ’60 e gli anni ’90, ognuno degli artisti avrà il proprio codice di votazione

20,56: è ufficialmente iniziata la quarta serata del Festival di Sanremo con l’apertura dell’orchestra e l’ingresso sul palco di Amadeus, vestito di bronzo, che saluta pubblico in sala e orchestra e viene accolto da un fragoroso applauso

20,49: Beppe Vessicchio, dopo i problemi legati al covid, torna a dirigere Le Vibrazioni che questa sera eseguiranno, assieme a Sophie and the Giants, “Live and let die” di Paul McCartney

20,45: questa sera a votare sarà il pubblico attraverso il Televoto, con peso del 34 % sul risultato complessivo delle votazioni in Serata, la Giuria della Sala Stampa, Tv, Radio e Web, e  la giuria  Demoscopica 1000,  entrambe  con peso del 33% sul risultato complessivo delle votazioni in serata

20,34: Buonasera e benvenuti alla diretta della quarta serata del Festival di Sanremo

L’Ariston è pronto per la quarta delle cinque serate di questa edizione numero 72 del Festival della Canzone Italiana condotto da Amadeus. Questa sera, la gara, sarà dedicata alle cover e ai duetti, mentre, regina della serata al fianco del Direttore Artistico sarà Maria Chiara Giannetta. Ogni artista ha scelto un pezzo del passato (dagli Anni 60 agli Anni 90) da rivisitare con l’aiuto (facoltativo) di un ospite. Questi i brani in programma:

  • Achille Lauro con Loredana Bertè – “Sei bellissima” di Loredana Bertè
  • Aka 7even con Arisa – “Cambiare” di Alex Baroni
  • Ana Mena con Rocco Hunt – “Medley”
  • Dargen D’Amico – “La bambola” di Patty Pravo
  • Ditonellapiaga e Rettore – “Nessuno mi può giudicare” di Caterina Caselli
  • Elisa – “What a feeling” di Irene Cara da “Flashdance”
  • Emma con Francesca Michielin – “Baby one more time” di Britney Spears
  • Fabrizio Moro – “Uomini soli” dei Pooh
  • Gianni Morandi con Mousse T – “Medley”
  • Giovanni Truppi con Vinicio Capossela – “Nella mia ora di libertà” di Fabrizio De Andrè
  • Giusy Ferreri con Andy dei Bluvertigo – “Io vivrò senza te” di Lucio Battisti
  • Highsnob e Hu con Mr.Rain – “Mi sono innamorato di te” di Luigi Tenco
  • Irama con Gianluca Grignani – “La mia storia tra le dita” di Gianluca Grignani
  • Iva Zanicchi – “Canzone” di Don Backy e Detto Mariano nella versione di Milva
  • La Rappresentante di Lista con Cosmo, Margherita Vicario e Ginevra – “Be my baby” delle The Ronettes
  • Le Vibrazioni con Sophie and the Giants e Peppe Vessicchio – “Live and let die” di Paul McCartney
  • Mahmood e Blanco – “Il cielo in una stanza” di Gino Paoli
  • Massimo Ranieri con Nek – “Anna verrà” di Pino Daniele
  • Matteo Romano con Malika Ayane – “Your song” di Elton John
  • Michele Bravi – “Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi” di Lucio Battisti
  • Noemi – “(You make me feel like) A natural woman” di Aretha Franklin
  • Rkomi con Calibro 35 – “Medley Vasco Rossi”
  • Sangiovanni con Fiorella Mannoia – “A muso duro” di Pierangelo Bertoli
  • Tananai con Rose Chemical – “A far l’amore comincia tu” di Raffaella Carrà
  • Yuman con Rita Marcotulli – “My way” di Frank Sinatra

In collegamento dalla nave: Pinguini Tattici Nucleari.

Sanremo 2022 LIVE, segui la seconda serata del Festival IN DIRETTA.

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: mariachiaragiannetta_official/Instagram

TAG:
72° Festival di Sanremo Amadeus Maria Chiara Giannetta Rai 1

ultimo aggiornamento: 04-02-2022


LIVE Sanremo 2022, terza serata IN DIRETTA NOEMI CHIUDE LA SERATA, MAHMOOD E BLANCO IN TESTA ALLA CLASSIFICA

SANREMO 2022: le pagelle della terza serata. Elisa ancora top, Dargen fa ballare l’Ariston