Arisa nei suoi Festival di Sanremo. Grafica a cura di Andrea Butera

Questa sera parte AmaSanremo alle 22.45 su Rai1 e Radio2, durante il programma si scontreranno quattro dei 20 Giovani artisti in gara, che saranno votati da una giuria televisiva composta da Piero Pelù, Luca Barbarossa, Morgan e Beatrice Venezi, dal Televoto e dalla Commissione Musicale del Festival, capitanata da Amadeus. I due artisti con il punteggio più alto passeranno alla serata finale denominata Sanremo Giovani 2020.

In ogni serata ci sarà anche un ospite musicale, la cui storia è legata al palco dell’Ariston e alla categoria “Nuove proposte”: per la prima serata è attesa Arisa.

La cantante ha ormai il posto fisso a Sanremo, oltre ad essere stata in gara per 6 volte, è stata anche conduttrice e ospite nelle serata speciali:

La storia di Arisa inizia con vari concorsi minori, fino al 2007, quando vince una borsa di studio come interprete presso il Centro Europeo Toscolano (CET) di Mogol. Vince SanremoLab nel 2008 insieme a Simona Molinari, partecipa così al 59º Festival di Sanremo 2009 nella categoria Proposte con il brano “Sincerità” composto da Giuseppe Anastasi, Maurizio Filardo e Giuseppe Mangiaracina ed eseguito anche con il mitico Lelio Luttazzi. Vince la categoria sorprendendo tutti e ottenendo anche il Premio delle Critica Mia Martini per le nuove proposte e il Premio Assomusica Casa Sanremo.

Dopo la vittoria nella categoria Proposte accede di diritto tra i Big al 60° Festival di Sanremo 2010 con “Malamorenò” (di Giuseppe Anastasi), interpretato insieme alle Sorelle Marinetti.

Torna l’anno successivo al Festival di Sanremo 2011 come ospite di Max Pezzali nella serata speciale Nata per unire – 150º anniversario dell’Unità d’Italia, i due reinterpretano il brano popolare “Mamma mia dammi cento lire“.

Al Festival di Sanremo 2012 arriva la svolta malinconica e delicata, con quella che è considerata da molti la sua più bella canzone, ovvero “La notte“, sempre di G. Anastasi; nella serata dei duetti condivide la sua performance con Mauro Ermanno Giovanardi e Mauro Pagani, mentre nella serata dedicata all’Italia nel mondo canta in duetto con José Feliciano la celeberrima “Che sarà”. Si classifica al secondo posto alle spalle di Emma.

Dopo una brevissima pausa si presenta al Festival di Sanremo 2014 con “Controvento” di G.Anastasi e “Lentamente (il primo che passa)” scritta da Cristina Donà e Saverio Lanza. Tra le due canzoni passa “Controvento” con cui arriva a vincere il Festival. Nella serata delle cover reinterpreta “Cuccurucucù” di Franco Battiato affiancata dai WhoMadeWho.

Al Festival di Sanremo 2015 è co-conduttrice del Festival di Carlo Conti, con Emma Marrone e Rocío Muñoz Morales. Si mostra nella sua veste più buffa, simpatica, autentica ed interpreta insieme ad Emma “Il carrozzone” di Renato Zero.

Dopo l’esperienza come conduttrice è in gara al Festival di Sanremo 2016 con “Guardando il cielo” firmata ancora da Anastasi. Per la serata delle cover interpreta “Cuore” di Rita Pavone.

A Sanremo 2018 è ospite di Giovanni Caccamo, insieme cantano “Eterno” (brano con cui il cantautore siciliano è in gara) nella serata dei duetti.

Per Sanremo 2019 propone in gara “Mi sento bene” scritta da Matteo Buzzanca, Lorenzo Vizzini e Alessandra Flora, che nella serata dei duetti interpreta con Tony Hadley, storico frontman degli Spandau Ballet e i Kataklò.

E’ presente anche all’ultimo Festival di Sanremo 2020 come ospite di Marco Masini nella serata delle cover Sanremo 70 per cantare “Vacanze romane” dei Matia Bazar.

E chissà che questa ospitata ad AmaSanremo non nasconda un tentativo di entrata nel cast dei big per il Festival 2021; sappiamo di certo che lo scorso anno Arisa ha proposto ad Amadeus un brano dedicato alla madre (che è stato escluso per “far posto” alla canzone di Giordana Angi) e che da sempre il suo sogno è quello di rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest, opportunità che viene data, da alcuni anni, al vincitore del Festival.

Clicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT


Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS