Più Musica sul Web della Rai per le Nuove Generazioni

di Giordano Sangiorgi

 

Si sono appena concluse le prime selezioni per approdare a Sanremo nell’area giovani: i due contest hanno ricevuto circa 1700 domande, secondo le dichiarazioni diramate, e alla fine sono 130 gli artisti selezionati alle fasi finali, 65 per ognuno tra Sanremo Giovani e Area Sanremo. Ne restano fuori circa 1600. Che certamente non saranno tutti dei nuovi Subsonica, Mengoni, Mannoia, Fibra e Calcutta ma che in una percentuale più alta avranno certamente qualcosa da dire musicalmente che non può essere cancellato in un ascolto di pochi minuti.

Bene: perchè non dare a questi, insieme agli altri che saranno via via eliminati e ad altri  che magari si aggiungeranno in corsa, in una ulteriore selezione molto più ampia, una visibilità attraverso i canali web tv e radio della Rai realizzando un racconto che vada a trovare queste giovani band e questi giovani artisti nei paesi dove nascono, crescono, si aggregano, provano, suonano e si esibiscono dal vivo e farsi raccontare anche grazie alla musica una nuova generazione che cresce attraverso la forza aggregante della musica?

Sarebbe un modello di servizio pubblico a favore delle giovani generazioni e della diversità di proposte musicali, stili e messaggi che si impegnano con la musica di grande profilo e di grande valore che arricchirebbe culturalmente e musicalmente la Rai portando sul web una diversità di musiche, fuori dal mainstream imperante, di grande portata e portando verso la Rai un pubblico che pare sempre più orientarsi verso il modello Netflix.

Poi alla fine anche qui attraverso modalità che incrocino i gusti del pubblico, dei critici e degli operatori portarli a una fase finale dopo averli raccontati per bene insieme al loro contesto che li veda esibirsi insieme alla Rai su un palco importante come quello del MEI, il Meeting delle Etichette Indipendenti che celebrerà i suoi 25 anni nel 2020, ad esempio. Ma non solo.

E’ un suggerimento che diamo alla Rai che sappiamo essere in forte ascolto su questi temi grazie al Tavolo sulla Musica e per Sanremo allestito dall’Amministratore Delegato Fabrizio Salini ospitando anche i rappresentanti del nuovo mondo delle musiche attuali, indipendenti ed emergenti.

Speriamo bene. Sarebbe un bel passo in avanti.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

TAG:
giordano sangiorgi Sanremo Giovani

ultimo aggiornamento: 04-11-2019


Musica Internazionale, Recensioni. Nel 1979 con “Bad girls” Donna Summer, Giorgio Moroder e Pete Bellotte inventano il futuro

Musica Italiana, Recensioni. L’oscurità di Guillaume e l’amore senza lieto fine di Roberta Giallo