Ecco JazZONE week parade con 5 proposte tratte da 5 album jazz (e dintorni) usciti negli ultimi mesi che meritano attenzione. Un’occasione imperdibile per scoprire nuovi artisti e nuove produzioni dal tocco raffinato.

Questa settimana il nuovo album di Stacey Kent con il pianista Art Hirahara, il ritorno della conturbante Esperanza Spalding, la classe di Simona Molinari, i nuovi suoni dei Steam Down e la sensualità di Cyrille Aimée con il percussionista Adonis Rose.

Stacey Kent, Art Hirahara – Les Voyages (Songs from other places)

Lo spirito della chanson francese in questa deliziosa “Les Voyages“, cover del brano di Raymond Levesque portato al successo dall’indimenticabile Barbara, viene rispettato e amplificato dal piano di Art Hirahara e soprattutto dalla voce della splendida Stacey Kent a cui si aggiunge un’immancabile accordion. Il brano è inserito nel nuovo album della cantante americana “Songs from other places“.

Esperanza Spalding – Formwela 7 (Songwrights Apothecary Lab)

C’è molta sperimentazione e ricerca in questo nuovissimo brano, “Formwela 7“, della cantante e bassista Esperanza Spalding  che ritorna con il progetto Songwrights Apothecary Lab. La nuova creazione artistica esplora come i compositori possano incorporare nella loro arte una consapevolezza maturata a contatto con specialisti nella pratica della musicoterapia, con neuroscienziati e altre figure del ramo, al fine di creare musica che sia in grado di ottenere specifici effetti su chi ascolta. Sono 13 le creazioni della serie “Formwela”, ideate ed incise con musicisti di varia estrazione via via incontrati nel “laboratorio mobile” durante i mesi passati, come Wayne Shorter, Steve Turre, Justin Tyson e Corey King, Francisco Mela, Leo Genovese, Matt Stevens e Aaron Burnett.

Simona Molinari – Davanti al mare

Simona Molinari si affida alle penne di Cordio e Lorenzo Vizzini e alla produzione di Fabio Ilacqua per la sua rinascita. “Davanti al mare” è brano intimo e delicato che apre nuovi orizzonti tra le sonorità tipiche del repertorio della cantante e anticipa il nuovo album in uscita nei prossimi mesi.

Steam Down – Five Fruit (Five Fruit)

I generi scompaiono, gli stili si mescolano: alto e basso, colto e popolare, urban ed élite. I Steam Down sono un collettivo londinese fondato dal polistrumentista, compositore e produttore Ahnansé nel 2017 e finalmente hanno pubblicato il loro EP di debutto, “Five Fruit“. Il brano che da il titolo all’album è un concentrato di cori gospel, approccio hip-hop, echi di fiati jazz ed eleganza soul.

Cyrille Aimée, Adonis Rose – Crazy He calls me (Petite Fleur)

L’incantevole vocalità della francese Cyrille Aimée è protagonista di un nuovo album a solo pochi mesi dall’uscita del precedente “I’ll be seeing You“; ora è la volta di “Petite Fleur” con la collaborazione del percussionista e direttore artistico Adonis Rose e della New Orleans Jazz Orchestra. Tra le cover contenute nel nuovo album anche “Crazy He calls me” storico brano del 1949, scritto da Carl Sigman e Bob Russell per Billie Holiday.

Buon ascolto!

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Indie-gesta Talks Jazz : Intervista a Piero Odorici (II parte)

Rubrica, TalentONE. Pit, Ridillo, Soundelirio, Beppe Cunico, Fireground