Ecco JazZONE week parade con 5 proposte tratte da 5 album jazz (e dintorni) usciti negli ultimi mesi che meritano attenzione. Un’occasione imperdibile per scoprire nuovi artisti e nuove produzioni dal tocco raffinato.

Questa settimana la voce epica di Lisa Gerrard, le sfumature mediorientali di Arooj Aftab, un duetto strepitoso tra Davide Shorty e Serena Brancale, l’omaggio a Gainsbourg di André Manoukian con una Special Guest e l’eleganza classica di Benjamin Herman.

Lisa Gerrard, Jules Maxwell – Deshta – Forever (Burn)

E’ un’esperienza mistica affrontare un album della leggendaria Lisa Gerrard, voce dei Dead Can Dance e di una serie di colonne sonore epiche, qui insieme al compositore irlandese Jules Maxwell. “Burn” è il frutto di un amore sincero per le contaminazioni e di un duo alquanto affiatato (con la produzione di James Chapman/Maps) che condivide una visione dell’arte musicale che va ben oltre il solo disco. Questo album in realtà uscì in versione non ufficiale nel 2019, ma adesso è diventato ufficiale grazie ad una nuova etichetta.  “Deshta (Forever)” arriva poco prima della metà dell’album ed è un viaggio a tratti psichedelico e vorticoso che attraversa culture assai differenti.

Arooj Aftab, Badi Assad – Diya Hai (Vulture Prince)

E’ una chitarra delicatissima e malinconica della cantautrice e musicista brasiliana Badi Assad ad iniziare questa suggestiva e affascinante canzone che la cantante americana di origine pakistana Arooj Aftab ci regala nel suo nuovo album “Vulture Prince“. Un album di quelli che regalano emozioni preziose, un elogio alla bellezza autentica e profonda.

Davide Shorty, Serena Brancale – Impressione (fusion.)

Il cantante, rapper, beatmaker palermitano Davide Shorty dopo il secondo posto al Festival di Sanremo 2021 nella categoria Nuove Proposte e dopo aver pubblicato l’ep “Fusion a metà” ora completa il progetto con la pubblicazione dell’album completo “fusion.” e tra le tante sorprese ecco un duetto pazzesco con l’amica Serena Brancale, anche lei protagonista a Sanremo tra le Nuove proposte nel 2015.

André Manoukian, Isabelle Adjani – Sous le soleil exactement (Les pianos de Gainsbourg)

Un tributo a Serge Gainsbourg per André Manoukian, il musicista francese di origini armene presenta l’album “Les pianos de Serge Gainsbourg” in cui si circonda di voci femminili per rilegge i titoli cult dell’iconico cantante. Tra loro, la pluripremiata attrice Isabelle Adjani che con la sua voce vellutata impreziosisce il brano “Sous le soleil exactement” in origine interpretato da Anna Karina.

Benjamin Herman, Daniël von Piekartz – A slow hot wind (Trouble)

A slow hot Wind“, un brano di Henry Mancini e Norman Gimbel viene riletto dal sassofonista Benjamin Herman con la collaborazione vocale di Daniël von Piekartz (anche al pianoforte) per l’album “Trouble“. Grande rispetto per la tradizione e per l’eleganza formale di un jazz senza tempo, fumoso ma sempre ricco di fascino. Con loro il contrabbassista Ernst Glerum e il batterista Joost Patocka.

Buon ascolto!

Clicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Il ritorno delle Cordepazze: ecco Mercedes Benz (c’eravamo tanto armati)

EUROVISION SONG CONTEST 2021: Scopriamo Romania, Portogallo e Spagna