Un tira e molla tra folklore e sperimentazione per un’esperienza d’ascolto irripetibile. Questo (e molto altro) nel nuovo disco di Silvia Pèrez

FARSA (GÈNERO IMPOSSIBLE) | LA RECENSIONE

Lo spessore artistico-intellettuale di Sìlvia Perez Cruz non ha bisogno di presentazioni. E la magnifica esibizione con Tosca in “Piazza grande” avvenuta nella serata delle cover alla Settantesima edizione del Festival Di Sanremo ne è stata una testimonianza tangibile.

Una cantante eccezionale Silvia, che punta direttamente alle viscere con un sound difficilmente etichettabile che oscilla tra la tradizione e la sperimentazione; non sarà dunque un caso se il suo quinto album della carriera, pubblicato il 1 ottobre 2020 per Sony Music Spain e proclamato dalla nostra redazione il miglior lavoro del 2020, si intitoli “Farsa (gènero impossibile)“.

Più che un’immersione, la catalana propone all’ascoltatore una vera e propria esperienza, non semplice da fruire, dove la voce, elemento principale, assume colorature, intensità e fantasmagorie diverse a seconda dell’atmosfera variando tra armonici accompagnati da strumenti acustici come violini, chitarra classica, pianoforte ma anche rigoroso silenzio.

Delicatissimo il concept: tessere la fragilissima tela che unisce realtà e finzione in appena cinquanta minuti di musica, dove la Nostra, come una molla, si allontana per poi riavvicinarsi repentinamente alle vibrazioni folk alterando episodi accessibili ad altri più accentuatamente complessi.

Tra la bellezza generale è proprio nei passaggi più ostici che Cruz raggiunge l’apoteosi di tutta la fatica discografica: “Ensumo l’Abril” stordisce nel suo mood cullante, “Fatherlessavviluppa chi ascolta con una melodia ipnotizzante impreziosita da archi intensivi. Vocalizzi da capogiro sono invece protagonisti assoluti del brano più avanguardistico dell’intero progetto, “Par Coueur+The Womb“, una perla rara che pone il disco in una dimensione di primo piano, indimenticabile, speciale come chi l’ha creato.

VOTO: 8/10

AGGETTIVO:  SPECIALE

TRACKLIST:

1. Pena Salada
2. Todas Las Madres Del Mundo
3. Manana
4. Tres Locuras
5. Ensumo L’Abril
6. Grito Pelao
7. Estimat
8. Tango De La Via Lactea
9. Fatherless
10. Plumita
11. Par Coeur + The Womb
12. Intemperie
13. Futuras Madres Del Mundo

ARTISTA: SÌLVIA PÈREZ CRUZ

ALBUM: FARSA (GÈNERO IMPOSIBLE)

ANNO: 2020

ETICHETTA: SONY MUSIC SPAIN

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Il “mondo raro” di Chavela Vargas riletto da Dimartino e Fabrizio Cammarata

OA PLUS MUSIC AWARDS 2020. Quali sono i “Migliori Album Italiani” dell’anno? Vincono Colapesce Dimartino – ECCO LA TOP 10