Shade cattura ancora l’attenzione con un singolo estivo orecchiabile e divertente. Ma nel futuro dovrà, come molti suoi colleghi, reinventarsi.

IN UN’ORA| LA RECENSIONE

Se otto anni fa, guardando il video-culto freestyle alle Lavandaria Ramone di Torino di Ensi, Fred De Palma e Shade qualcuno avesse solo detto che, un giorno, gli ultimi due rapper citati si sarebbero sfidati a colpi di tormentoni estivi, ci saremmo messi tutti a ridere in maniera fragorosa. E invece il successo è imprevedibile, così come le scelte degli artisti, la maggior parte delle volte deliziosamente incoerenti.

Tante cose sono cambiate da quelle liriche sputate fuori in Via Claudio Luigi Berthollet. Se Ensi ha infatti mantenuto una matrice real, ben evidenziata da album interessanti anche se passati eccessivamente troppo traccia, lo stesso non si può dire degli altri due, ormai capisaldi del mainstream musicale italiano seppur in forme diverse. Fred De Palma sciorina platini grazie a un approccio volutamente tamarro, Vito Shade invece attinge a piene mani nell’umorismo e nelle punchline da meme, ingredienti presenti anche nell’ultimo singolo estivo, “In un’ora“, pubblicato il 1 giugno 2021 per Atlantic/Warner.

Il brano, spinto anche dalla promo “aggressiva” dello show “Love Island” di cui è colonna sonora, si basa su una divertente storia d’amore domestica, o meglio un corteggiamento, figlio (purtroppo) dei nostri tempi che ha come protagonista il balcone di casa. Il nostro, innamorato dunque della sua dirimpettaia, snocciola rime sagaci (“Rendimi stereo sto’ monolocale” o “Dammi da bere quel che ha preso Arisa, Salento-Ibiza, Kebab dentro alla pizza“), prendendo tuttavia il volo nel ritornello dove, oltre forse a un riferimento a Gianluca Grignani ne L’Aiuola (“Molla le tue amiche sceme“), cattura l’attenzione dell’ascoltatore con un hook micidiale, da ballo in spiaggia.

Menzione speciale inoltre per il video che ha recentemente vinto il Premio come miglior videoclip al Festival di Forlì “ImmaginAction“, testimonianza dunque di un lavoro molto oculato ma che, come detto più volte in queste pagine, dovrà probabilmente mutare il prossimo anno. Le tendenze si stanno infatti evolvendo, e le atmosfere latine da ombrellone potrebbero non bastare più. Ma per ora va bene così.

VOTO:  6+

AGGETTIVO: CARINO

ARTISTA: SHADE

SINGOLO: IN UN’ORA

ETICHETTA: ATLANTIC/WARNER MUSIC ITALY

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Sud Sound System, Come l’edera: Al Bano ospite intelligente

Il Pagante con “Open bar” ci ricorda la vita prima del Covid-19