Il cantautore romano Alessandro Orlando Graziano reinterpreta il suo passato e scopre il suo luminoso presente agli ascoltatori e ospiti del suo ultimo lavoro discografico, dal titolo “Voyages Extraordinaires”.

“Tempo, che impolveri le cose immobili e che consumi i corpi vivi, insegni ad indossar sé stessi, a interpretarsi senza eccessi negli specchietti e nella fotogenia dei vecchi tempi”: queste sono le parole malinconiche e bellissime che solo la raffinatezza e la peculiarità dello stile di Alessandro Orlando Graziano potevano far cantare ad un’eterea Sandra Milo in uno speech del brano “La fotogenia”, che troviamo all’interno dell’ultimo lavoro in studio dell’artista capitolino dal già sognante titolo “Voyages Extraordinaires” (Vol. I, Vol. II, Paradigma Music, 2018), un inno alla libertà, alla bellezza, allo splendore.

E di bellezza e splendore è cosparso questo lavoro davvero monumentale di Graziano, un album quasi corale vista la presenza di collaborazioni esimie che vanno da Diana Tejera in “Abito” a Ivan Cattaneo in “Nuova era”, passando alla triade generazionale che vede i feat. di Antonella Lualdi, Antonella Interlenghi e Beatrice Sanjust nella toccante title track. La prima parte del disco è infatti dedicata alla nuova veste, più intima e spoglia, che Graziano ridona ad alcuni suoi vecchi pezzi, primo fra tutti l’intenso “Da lontano”, cantato al Festival di Sanremo del 2003 dalla grande voce dell’inarrivabile Antonella Ruggiero, per giungere quindi alla seconda metà del disco, quella inedita.

https://youtu.be/hjIprp9b8tU

Difficile scatolare e/o ingabbiare Alessandro Orlando Graziano in uno o più generi musicali ben distinti, e ciò gli fa onore: “Voyages Extraordinaires” è proprio il suo titolo, cioè una serie di viaggi sonori nel mondo delle straordinarie creatività e libertà artistiche di questo talentuoso cantautore, che allegramente se ne infischia delle mode del momento per proporre un cantautorato schietto, sincero nelle sue declinazioni variopinte e variegate che mantengono un’univoca credibilità pur nel grande caleidoscopio di sfumature che offrono.

Supportato da musicisti del calibro di Daniele De Seta (chitarre), Claudio Stasi (piano), Gianluca Giannasso (ritmiche) e Alessandra Macaluso (oboe), Graziano realizza un album denso di pathos, curato nei minimi dettagli, con una valenza testuale importante, con parole accorte, pensate, ragionate. Nulla viene affidato al caso in questo ottimo sesto lavoro di Graziano, sublimato dalla sua voce garbata e signorile, che canta dell’amore, della libertà, dell’autodeterminazione, in brani dal gusto visionario (“Entro mercoledì”) e retrò (“La mutevolezza”, feat. H.E.R. e Attilio Fontana), perfettamente contemporanei al contempo. Un ascolto godibilissimo, appassionante e coinvolgente.

VOTO: 8/10

AGGETTIVO: ELEGANTE 

TRACKLIST:

Volume I°

1 Cartoline dal secolo scorso
2 Radio interferenze
3 Nella valle della distrazione
4 Guardami
5 Da lontano
6 Sono un fenomeno paranormale
7 Onironautica
8 Aiutami ad innamorarmi di te
9 Recessione al sole
10 Da due ore non ti amo più

Volume II°

1 Entro mercoledì
2 La fotogenia (w/ Sandra Milo)
3 Voce umana (w/ Rosario Di Bella)
4 La mutevolezza (w/ H.E.R E Attilio Fontana)
5 Abito (w/ Diana Tejera)
6 Ogni giorno in più (w/ Fabio Cinti)
7 Eva e Adamo (w/ Barbara Eramo)
8 Internet kills the video stars (w/ Dario Inglese)
9 Nuova era (w/ Ivan Cattaneo)
10 Voyages extraordinaires (w/ Antonella Lualdi, Antonella Interlenghi E Beatrice Sanjust)

ARTISTA: ALESSANDRO ORLANDO GRAZIANO

ALBUM: VOYAGES EXTRAORDINAIRES

ANNO: 2018

ETICHETTA: AUTOPRODUZIONE

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nosta PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS


Machete mixtape 4: un classico sospeso fra innovazione e fruibilità

Classifica radio indipendenti EarOne: Diodato ancora al top, Ultimo in discesa