“Italian Touch” è il titolo del secondo album del cantautore pugliese Frisino, prodotto insieme a Nicola Roda e Pietro Paroletti, fuori il 21 febbraio 2020 per l’etichetta bolognese Garrincha Dischi.
Adottato dalla Capitale ormai da anni ma di natali pugliesi, Antonio Frisino, in musica semplicemente Frisino, pubblica per Garrincha Dischi il suo secondo album in studio dal titolo “Italian Touch”, che arriva cinque anni dopo l’esordio discografico “Tropico dei Romantici”. Anticipato dai singoli “Termini” e “Geranio”, “Italian Touch” è un album di otto tracce in italiano scanzonato ma riflessivo, orecchiabile ma intenso al contempo. Pur non brillando certo per originalità, ogni brano rappresenta un piccolo spaccato di vita del musicista ma, più in generale, un inno alla libertà, all’autodeterminazione, alla spensieratezza, allo squarcio di luce dentro il buio. Pur nella conformazione agli schemi dell’indie pop italico modaiolo del momento, da cui Frisino riemerge troppo raramente, il sound di “Italian Touch” è comunque accattivante ed interessante, la scrittura testuale abbastanza buona e peculiare, figlia delle descrizioni dell’ovvio che tanto piacciono al momento attuale.
Il lavoro si riflette, nelle intenzioni, nella vita da apolide di Frisino, impiegato e musicista quarantenne che all’occorrenza è in balia proprio degli spostamenti geografici che l’una e l’altra sfera concernono, nel risultato di un lavoro ponderato, nato, tangibilmente, tanto dalla frenesia e dal caos quanto dalla solitudine e dall’isolamento. Si parla di amore nell’album, da quello per i figli (“Supererò”) a quello per i padri (“Mare”), passando per l’introspezione, l’allegria, il vuoto.“Facciamo guerre puniche senza coperture, senza le armature, ci si innamora per piangere, ma dimmi come stai e come passi le giornate, se guardi il cielo e poi ti confondi tra i turisti e tra i barboni di Termini ci si innamora per piangere”, canta Frisino nella bella e nostalgica “Termini”, brano romantico e vintage che racchiude un po’ il senso di questo lavoro, in cui la passione supera i tecnicismi. Un ascolto piacevole, indubbiamente un consistente tassello ulteriore dell’iter discografico del cantautore, dal quale tuttavia in futuro ci si può aspettare decisamente di più.

VOTO: 7/10

AGGETTIVO: PIACEVOLE

TRACKLIST:
1. Un paio di Vans
2. Termini
3. Geranio
4. Fica Futura
5. San Vitale
6.Supererò
7. Quel tuo stupido profumo
8. Mare

ALBUM: ITALIAN TOUCH
ARTISTA: FRISINO
ANNO: 2020
ETICHETTA: GARRINCHA DISCHI

The other side, la nuova hit di SZA e Justin Timberlake

Geolier, “Emanuele”: un’altra piccola perla di (t)rap napoletano