Un ritorno semplicemente perfetto. Meg ricompare sulle scene con “Non ti nascondere”, facendo riscoprire il vero senso dell’alternative, merce rara nell’Italia di oggi.

NON TI NASCONDERE |LA RECENSIONE

Se Meg torna sulle scene, lo fa sempre con condizione di causa. Lo dimostrano i fatti. Soltanto tre album in studio, uno più bello dell’altro, dal 2004 ad oggi. Poi qualche collaborazione, qualche tour e tanto, voluto, silenzio. Un silenzio rotto lo scorso venerdì 29 aprile con “Non ti nascondere, il nuovo singolo rilasciato con l’etichetta Asian Fake prodotto a quattro mani con Frenetik.

Parliamo di un’artista da sempre anni avanti luce rispetto ai suoi colleghi, marchiata a fuoco da un sound elettronico tormentatissimo e ipnotico, spesso impreziosito dalle componenti caratterizzanti uniche particolarissime (pensiamo a quella meravigliosa arpa in “È troppo facile“); tutte caratteristiche che ritroviamo anche in questo nuovo episodio, per certi versi ancora più corposo e robusto ma che, allo stesso tempo, lascia ampio spazio a una melodia stretta e non scontata.

Le due formule melodiche diverse che si palesano nella strofa e nel ritornello, appaiono infatti immediate ed estremamente cantabili, trovando la quadra perfetta proprio nell’inciso, dove il catchy si scontra con una tempesta percussiva irresistibile e curata nei minimi dettagli, impreziosita nelle battute finali da dei synth fascinosi che emergono dal blocco sonoro.

Cantando un vero e proprio manifesto dedicato a chi respira l’inadeguatezza di questo mondo, Meg con “Non ti nascondere” dimostra dunque di essere l’ultima autentica, artista veramente alternativa del panorama nostrano, rimanendo sempre in equilibrio tra accessibilità e sperimentazione. Merce rara nel 2022.

VOTO:  9

AGGETTIVO: IPNOTICA

ARTISTA: MEG

SINGOLO: NON TI NASCONDERE

ANNO: 2022

ETICHETTA: ASIAN FAKE

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Meg (@meg_muzic)

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Clicca qui per scoprire i vincitori dell’OA PLUS MUSIC AWARDS 2021


Madame e la forza camaleontica de “L’eccezione”

Dolcenera, Spacecraft e la malinconia spaziale