Il brano, inserito nella colonna sonora della fortunata serie targata Netflix, conferma lo stato di grazia di Mahmood, ormai capobranco del pop (fatto bene) italiano.

ZERO | LA RECENSIONE

Non ne sbaglia una, anche quando potrebbe tranquillamente farlo. In soli due anni, dalla sua esplosione a Sanremo 2019, Mahmood si è preso a suon di hit tutta la scena. Se bastano due indizi a fare una prova, in questo caso di indizi ne abbiamo sei: “Soldi“, “Barrio“, “Rapide“, “Moonlight popolare” (con Massimo Pericolo), “Dorado” (con Sfera Ebbasta e Feid), “Inuyasha“. A queste se ne aggiunge anche una settima, “Zero, nuovo singolo pubblicato il 20 aprile 2011 che anticipa “Ghettolimpo“, il secondo album di inediti che verrà rilasciato il prossimo 11 giugno 2021 per Universal Music Italy.

Un brano, quello in questione, inserito all’interno della colonna sonora della serie tv fantasy targata Netflix dal titolo omonimo, prodotto audiovisivo che sta dividendo il pubblico (C’è chi lo reputa un mezzo capolavoro, chi una porcata) ma che sta incontrando favori unanimi appunto per la sua selezione musicale di cui Mahmood stesso è stato supervisore, improntata sull’urban con alcune incursioni electro interessanti come FKA Twigs e Daughter.

Seppur con una linea melodica più quadrata rispetto a quello a cui il cantautore (a questo giro accompagnato in scrittura da Davide Petrella) ci ha abituati, “Zero” trova la sua massima forza espressiva grazie a un beat francamente perfetto, ideato e cucito dal solito Dardust, con un super groove che accompagna la storia dei due protagonisti che si incontrano, si rincorrono, diventando più forti insieme. Due le sezioni irresistibili dell’episodio. Il bridge, dove il nostro abbassa la sua tonalità facendo emergere le belle sfumature della sua voce, e la coda, imbastita da suoni efficaci che rendono la produzione ancora più potente.

Con quello che sembra un passaggio molto diverso da “Inuyasha“, privo di quei riferimenti alla pop culture e di trame melodiche più sofisticate, Mahmood conferma il suo stato di grazia, dimostrando per l’ennesima volta di essere in grado di confezionare dei prodotti diversi, puntando a più target mantenendo sempre l’asticella qualitativa elevata, caratteristiche che lo rendono senza particolari fronzoli il nuovo King del Pop del Bel Paese. Aspettando l’album, a noi sta bene così.

VOTO: 8/10

AGGETTIVO: VERSATILE

 

ARTISTA: MAHMOOD

SINGOLO: ZERO

ANNO: 2021

ETICHETTA: UNIVERSAL

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Prince, Welcome 2 America: i veri artisti arrivano sempre prima

Anice, Carillon: l’importanza di distinguersi