Boro Boro e Cara solo due anni fa avrebbero fatto il botto.  Ora il vento è cambiato, decisamente cambiato.

QUE TAL| LA RECENSIONE

Un grande insegnamento ci ha dato l’estate 2021 italiana in musica: Il vento è cambiato. Lo abbiamo ripetuto allo sfinimento in queste pagine, parlando più volte dell’exploit di brani come “Mi fai impazzire” di Blanco & Sfera, “Ma stasera” di Marco Mengoni o “Mille” di Fedez, Achille Lauro e Orietta Berti. In una gara di copia incolla, di carta carbone e di note fino all’ultimo plagio, tra ritmi bachata, chitarrine latine e molteplici riferimenti alla spiaggia e a tutti i suoi derivati, a spuntarla sono stati gli altri, i “diversi” sia per sonorità che per inventiva.

Ad eccezione forse del solo Rocco Hunt, un vero e proprio fuoriclasse, la maggior parte degli artisti più o meno noti che hanno cercato, per l’ennesimo anno consecutivo, di firmare la hit puntando sull’usato sicuro hanno tutti faticato, anche coloro che, solo un paio di anni fa, con la stessa proposta avrebbero certamente fatto il botto. Tra questi c’è da segnalare “Que tal“, il singolo di Boro Boro con Cara pubblicato il 2 giugno 2021.

Un brano che non ha nulla di sbagliato, anzi: funzionale il declamato del rapper nella strofa che si contrappone con l’apporto soffice e decisamente vanilla della cantante creando un bel contrasto. Tuttavia è la ricerca di quel determinato sound, di quel determinato mood per quel determinato fine a rendere anche questo episodio più sterile del previsto: non c’è un elemento che sia uno che si discosta, anche in modo minimale, dal resto.

Insomma, il leitmotive è sempre quello. In linea generale, dunque anche in questo caso, si è verificata una mancanza di visione. facendo fede a quello che è accaduto nelle scorse annate si è dunque pensato di spingere l’acceleratore a tavoletta cercando di massimizzare e per certi versi estremizzare il “solito” trend. In realtà però, bastava avere il coraggio di virare, di girare a destra senza freccia, di fare una piccola inversione. Alla fine, ci sono cascati praticamente tutti, e basta vedere i nomi di chi questa estate l’ha dominata, vedi le tre hit citate in precedenza, per capire quanto sia complicato e per niente scontato riuscire a confezionare il tormentone, quello vero, quello definitivo. Ma, imparata la “lezione” (anche se, siamo certi: molti continueranno nella solita direzione), la prossima estate ci sarà da divertirsi.

VOTO:  6

AGGETTIVO:  OVVIO

ARTISTA: BORO BORO FEAT CARA

SINGOLO: QUEL TAL

ETICHETTA: UNIVERSAL/VIRGIN

Clicca qui per mettere “Mi piace” a HIT NON HIT – Blog & Press

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su TWITTER

Clicca qui per seguire UGO STOMEO su INSTAGRAM

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Ti amo, Ti odio: tutto il talento di Roshelle con Guè e Mecna

Matrimonio Gipsy: il b-side di Carl Brave con Miss Keta e Speranza