Malgrado una sonorità più incentrata sul soul, con la prima fatica discografica Asha Puthli fece già intuire il suo obiettivo: conquistare il mondo.

ASHA PUTHLI | LA RECENSIONE

L’ibrido musicale più interessante degli anni settanta. “La pioniera della fusione“, così è stata definita Asha Puthli dalla giornalista musicale Ann Powers sul New York Times il 4 agosto 2018. Un personaggio davvero a 360 gradi la cantante indiana, visto il suo impegno a doppio fronte sia nel campo della musica che in quello del cinema.

Un cammino costellato dal soul, funk, jazz, discomusic, un sunto vivente della musica black che ha fatto del suo background indiano un grande punto di forza, diventando in breve tempo icona del genere grazie al suo primo album, dal titolo omonimo, pubblicato nel 1973 per CBS e ristampato in vinile colorato in occasione del Record Store Day il 18 aprile 2020.

A differenza di quanto avverrà qualche anno più tardi – dove l’artista si consacrerà prima con “The devil is loose” e poi incoronandosi diva assoluta della disco music in tutta Europa con “Asha L’Indiana” (1979) – la prima fatica discografica di Puthli affonda le sue radici nel soul più classico, impreziosito da arrangiamenti ben curati.

Trombe e un arpeggio di rhodes che spazia tra il soul e il jazz accoglie l’inaugurale “Right down here, episodio con cui l’ascoltatore compie un viaggio attraverso la personalità e l’incredibile estensione vocale della cantante, che trova il paradiso sia in “Neither one of us wants to be the first to say goodbye“, in “Let me in your life” e nell’iconica “I am a song“, episodi classici ma che già facevano intuire la voglia della nativa di Bombay di esondare, di spostarsi nei rami del genere vicini per conquistare il mondo. Da riascoltare.

VOTO: 7/10

AGGETTIVO:  PIACEVOLE

TRACKLIST:

1. Right Down Here
2. Neither One Of Us Wants To Be The First To Say Goodbye
3. I Dig Love
4. This Is Your Life
5. Love
6. Lies
7. Let Me In Your Life
8. I Am Song (Sing Me)
9. Truth

ARTISTA: ASHA PUTHLI

ALBUM: ASHA PUTHLI

ANNO: 1973

ETICHETTA: CBS

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

 


EarOne Classifica Airplay Radio Indipendenti, settimana #20 del 2020: Danti sale sul podio. Diodato stabile con “Fai rumore”

Rubrica, DISCOTECHÈ. “L’officina del fantastico” di Mario Venuti