Oggi, 17 novembre, festeggiamo i compleanni di Nada e Lina Sastri. Due donne dalla fortissima personalità che si dividono tra musica e teatro, tra produzioni originali e cover senza tempo, legate alla loro terra e ad autori indimenticabili.

NADA

Nada, nata nel 1953 in provincia di Livorno, dopo l’esordio a 15 anni con “Ma che freddo fa” al Festival di Sanremo nel 1969, seguito da “Pa’, diglielo a ma’” e “Il cuore è uno zingaro” e dopo un disco di pura avanguardia scritto dal geniale poeta e cantautore Piero Ciampi (“Ho scoperto che esisto anch’io“), un breve periodo nel pop e un apparente allontanamento dalle scene, da parecchi anni porta avanti una ricerca cantautorale personale e davvero unica, tra rock e canzone impegnata, collaborando spesso con artisti alternativi come Massimo Zamboni, Motta e Zen Circus.

LINA SASTRI

Lina Sastri, nata a Napoli nel 1950, è l’esponente più autorevole della vera canzone napoletana, celebrata in tutto il mondo, ha spesso unito alla tradizione partenopea anche brani proveniente da altri “sud” del mondo, in un connubio continuo tra musica e poesia, tra canzoni e monologhi, tra teatro e cinema. Come attrice ha vinto due David di Donatello come migliore attrice protagonista (per “Mi manda Picone” e “Segreti segreti”) e uno come migliore attrice non protagonista (“L’inchiesta”). Recentemente protagonista in tv di “Ballando con le stelle“, ha puntato molto sulla sua esperienza teatrale, regalando al pubblico anche qualche piccola ma preziosa interpretazione canora.

PLAYLIST | NADA/SASTRI 17 NOVEMBRE

Nella playlist NADA/SASTRI 17 novembre le canzoni più celebri delle due cantanti, cover d’autore (di Pino Daniele, Piero Ciampi, Luigi Tenco, Gianmaria Testa, Massimo Zamboni) e tanta musica tradizionale. Buon ascolto!

Clicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Le misure salva-Natale a cui sta lavorando Conte. Shopping fino alle 23, coprifuoco cancellato nei festivi, regioni aperte

Gli Inude rimacchiano l’elettronica di soul e d’internazionalità. Esce “We Share”