Beniamino Gigli, è stato uno dei tenori più importanti del secolo scorso, protagonista di opere importanti in tutto il mondo ed erede riconosciuto del leggendario Enrico Caruso. Lo celebriamo nel giorno del suo 131° compleanno.

Beniamino infatti nasce a Recanati il 20 marzo 1890. A sette anni è già nel Coro Pueri Cantores della Cattedrale di Recanati, a quindici anni mostra una straordinaria vocalità da contralto e viene scelto come protagonista (in abiti femminili) dell’operetta “La fuga di Angelica” di Alessandro Billi a Macerata. Dopo gli studi presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma inizia la sua carriera nei più prestigiosi teatri italiani in opere come “Manon”, “Tosca” e “La Favorita”. Nel 1918 esordisce al Teatro alla Scala in “Mefistofele” di Arrigo Boito, sotto la direzione del grande Arturo Toscanini. Ma per lui si aprono i teatri di mezzo mondo: nel 1920 arriva al Metropolitan di New York. In quegli anni Enrico Caruso lo consacra come sue successore mentre parecchi anni dopo sarà Luciano Pavarotti a portare avanti la fortunata tradizione tenorile italiana.

PLAYLIST | GIGLI 131

Nella playlist GIGLI 131 romanze, arie e grandi classici del repertorio italiano, napoletano e, ovviamente, lirico (da Verdi a Puccini, passando per Mascagni, Donizetti, Ponchielli, Cilea, Massenet, Grieg). Buon ascolto!

Clicca qui per mettere “Mi piace” al BLOG HIT NON HIT

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS


Rubrica, COVER STAR. Gennaro Cosmo Parlato, Colapesce, The Corrs, Lo-Fang, Noemi

“Se ci guarirà il tempo”, il nuovo singolo di NaElia con Fabrizio Bosso: un invito ad amarsi nel caos pandemico