Copyright © LaPresse

Mia Martini: in arrivo il brano inedito “Fammi sentire bella” in occasione dello speciale di Rai3 sulla vita della cantante

Fammi sentire bella è la canzone inedita di Mia Martini che dal prossimo 28 febbraio sarà disponibile su tutti i circuiti di diffusione musicale. Il nuovo singolo giunge in occasione del docufilm sulla sua vita, scritto da Giorgio Verdelli e Michaela Berlini, che verrà trasmesso in esclusiva da Raitre un giorno prima del lancio del brano; ovvero il 27 febbraio 2020.

Il nuovo singolo di Mia Martini verrà pubblicato per l’etichetta Sugar Music di Caterina Caselli, che ne acquistò i diritti alcuni anni dopo la morte dell’indimenticabile interprete di Almeno tu nell’universo; storico brano presentato al Festival di Sanremo che ha vinto la prima edizione del nostro contest “Vorrei cantarti fra cent’anni”.

“Fammi sentire bella”: canzone del 1992 scritta per Mia Martini da Angelo Valsiglio e Giancarlo Bigazzi

L’inedito porta le firme di Angelo Valsiglio (autore de La Solitudine di Laura Pausini) e Giancarlo Bigazzi (autore anche de Gli uomini non cambiano) e venne provinato da Mia nel 1992. La cantante calabrese avrebbe voluto inserirlo nell’album Lacrime (pubblicato nello stesso anno), ma trovò in disaccordo Valsiglio che ambiva ad una partecipazione con Fammi sentire bella a Sanremo. La cosa non andò poi in porto, in quanto Mimì preferì presentarsi al Festival con quella che è diventata una delle sue più grandi hit, Gli uomini non cambiano.

A ventisette anni di distanza da quel momento, la canzone interpretata da Mia Martini potrà finalmente essere ascoltata da tutti in anteprima sul terzo canale Rai il 27 febbraio e poi dal 28 su tutte le principal piattaforme di musica.

Caterina Caselli pubblica l’inedito di Mia Martini: le sue parole

Questo grazie a Caterina Caselli, che in un’intervista al giornale La Repubblica ha dichiarato: “Sono felice di aver resistito alle richieste, aspettando il luogo giusto per farla ascoltare”. La cantante e produttrice discografia racconta di aver comprato i diritti del pezzo grazie a Gianna Bigazzi che aveva un buon rapporto con Mimì, e poi aggiunge un particolare su Loredana Bertè: “Si è commossa, credo che non sapesse di questa canzone”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Articolo precedenteMusica, Tv. Achille Lauro diventa maschera di Carnevale. Una famiglia intera si traveste da lui
Articolo successivoArte. Benvenuti a Casa Leopardi: per la prima volta aperti al pubblico gli appartamenti privati dove visse il poeta
Avatar
Classe 1987, scrivo di musica e spettacolo dal 2010. Ho collaborato e sono stato tra gli autori della prima ora di All Music Italia. Ho scritto anche per Velvet Music, Biopianeta, Gossip e Tv ed il blog Digital Coach.; oltre ad aver pubblicato articoli sul Corriere Del Mezzogiorno e ViviRoma Magazine. Attualmente sono redattore musicale per OA Plus con cui ho iniziato il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. La scrittura, la musica e il cibo sono le mie più grandi passioni. Ascolto soprattutto musica italiana, ma negli ultimi tempi mi sono sempre più avvicinato anche a quella internazionale, prediligendo il pop made in Europe. Ho un passione congenita per gli artisti emergenti, gli "ex talent" e i cantanti "poco noti". Dunque, nel mio piccolo, cerco di sostenere queste categorie. Ho conseguito la Laurea Triennale in "Arte e Scienze Dello Spettacolo" con una testi sul Festival di Sanremo, e poi quella Magistrale in "Professioni dell'Editoria e del Giornalismo" con una Tesi sulla Comunicazione Musicale. Nel 2018 mi sono specializzato in Digital Marketing, in modo particolare in Content Marketing, presso la Digital Coach di Milano, superando l'esame finale e ottenendo la certificazione con un voto di 100/100. Un sogno riposto nel cassetto? Beh, poter scrivere in musica! In un passato, ormai abbastanza lontano, ho scritto qualche testo per canzone e mi piacerebbe poter ricominciare, facendo di questo un'ulteriore sfumatura della mia scrittura, del mio lavoro e del mio percorso. Non m dispiacerebbe nemmeno fare qualche nuova esperienza in radio e tv. Tv, di cui dimenticavo, sono praticamente "addicted" fin da bambino. Chiudo citando una frase tratta da una bellissima canzone di Dolcenera, che negli anni è diventata un po' la risposta a tutte le mie domande, esistenziali e non: "È tutta colpa di cose ovvie".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui