Celine Dion torna con un nuovo album in inglese. Si intitola “Courage” ed stato anticipato da “Lying Down”, “Imperfections” e dal singolo omonimo.

Venerdì 15 novembre è stato pubblicato Courage, il nuovo album di inediti Celine Dion. Courage giunge a tre anni di distanza da Encore Un Soir e rappresenta un ritorno alla lingua inglese della cantante canadese. Arriva, infatti, a sei anni da Loved Me Back To Life, uscito a novembre del 2013.

Il disco, disponibile in tutti i negozi fisici e sulle piattaforme streaming di musica, è stato anticipato da tre brani: Lying Down, Imperfections e Courage, title track del nuovo progetto discografico.

Dopo la perdita dell’amatissimo marito René Angelil (morto il 16 gennaio 2016 in seguito ad un cancro alla gola) e del fratello Daniel, Celine torna con album eclettico e coinvolgente: un n mix di ballate e canzoni up-tempo, che segna una ripartenza; se non una vera e propria rinascita “coraggiosa”.

Per la realizzazione di questo nuovo disco, Celine Dion si è avvalsa della collaborazione di produttori, autori e artisti di prim’ordine come LP, Sia, Sam Smith e David Guetta. La collaborazione con quest’ultimo è il segnale di una nuova direzione creativa intrapresa dall’interprete di My Heart Will Go On.

L’album “Courage” è uscito in tre edizioni diverse: standard, deluxe e una speciale solo il mercato giapponese. Nella versione deluxe sono inclusi altri quattro nuovi brani, mentre per il Giappone è stata regata in esclusiva la canzone “Soul”.

La Dion, presente anche nella nostra ultima OA PLUS INTERNATIONAL CHART,  è partita a settembre 2019 con il Courage World Tour e nel 2020 tornerà in Italia, dopo ben 10 anni di assenza, con un imperdibile concerto al Lucca Summer Festival il 25 luglio.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS


Musica Internazionale, Concerti. Lana Del Rey sbarca in Italia, appuntamento all’Arena di Verona il 9 giugno 2020

Musica Internazione, Nuove Uscite. Leonard Cohen rivive a sorpresa con un album di inediti: “Thanks for the dance”