Con il traguardo raggiunto con “All Mirrors”, si può finalmente dire che pochi artisti hanno percorso la stessa evoluzione umana e artistica che ha compiuto Angel Olsen in questo decennio.

Partita come cantautrice in solitaria – e quasi intrappolata nei cliché del genere – Angel Olsen ha infine compiuto il grande passo di abbracciare in pieno il Chamber Pop come proprio linguaggio. E non è facile riuscire a colmare e spiegare il salto avvenuto dal precedente “My woman”, ancora nella zona grigia dell’indie pop, fino a questo nuovo capitolo di pop stravagante e a tratti avanguardista, capace di mostrarci una cantautrice sicura di sé e – per paradosso – ancora fragile ed emotiva.

“All Mirrors” inizia con un piccolo capolavoro, “Lark”, capace di attraversare tutti gli stati d’animo della Olsen, dalla tranquilla e acustica strofa, al vibrante ritornello fino all’esplosivo bridge.

Ma il percorso dell’album è quello della varietà e completezza sonora, andando a scavare nei generi e negli approcci, che siano le vibrazioni simil- St. Vincet di “New love cassette” o i richiami indietronica di “Too easy”, o l’inevitabile accostamento con Kate Bush sulla title track “All mirrors”, ogni traccia nasconde e palesa piccole gemme capaci di sorprendere l’ascoltatore, e seppure non celando influenze esterne e rimandi ad altri artisti coevi (o meno), rende l’album paradossalmente personale.

Questo perché emerge prepotentemente Angel Olsen in ogni traccia, per carisma e acume artistico, trascinandoci grazie alla sua angelica (nome omen) voce in un mondo d’atmosfere sospese e rarefatte, agrodolci. 

“All mirrors” si candida per essere facilmente tra i migliori album dell’anno, ulteriore prova di come un’artista come Angel Olsen sia oggi più che mai tra le esperienze musicali più importanti e personali. Arrivati all’ultima, incredibile, traccia , “Chance”, non si può fare a meno di premere ancora una volta play e rivivere l’esperienza, evento oggi più unico che raro.

VOTO: 8/10

AGGETTIVO: SOGNANTE

TRACKLIST

  1.  Lark
  2.  All Mirrors
  3. Too Easy
  4. New Love Cassette
  5. Spring
  6. What It Is
  7. Impasse
  8. Tonight
  9. Summer
  10. Endgame
  11. Chance

ALBUM: ALL MIRRORS

ARTISTA: ANGEL OLSEN

ANNO: 2019

ETICHETTA: JAGJAGUWAR

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

TAG:
Album 2019 all mirrors Angel Olsen Cantautrici lark Recensioni Album

ultimo aggiornamento: 10-11-2019


Musica Internazionale, Nuove Uscite. Agnes Obel: Island Of Doom è l’onirico singolo che anticipa il nuovo disco Myopia

Musica, X Factor 13. Lorenzo Rinaldi: l’amore per la chitarra nato da una serenata mai fatta