I Cigarettes after sex si muovono sul confine sottile che divide due mondi: sono forse una band che non riesce ad andare al di là della monotonia e della ripetizione, o degli artisti che hanno fatto dell’intensità e della sincerità espressiva la loro cifra stilistica?

Pubblico e critica attendevano Greg Gonzalez e soci con i fucili puntati, in attesa del temuto secondo album che avrebbe spostato l’asticella da una parte o dall’altra.

Ed eccolo: “Cry” è uscito il 25 ottobre per Partisan Records. C’è da dire che la band rimane consistente nella direzione intrapresa fin dall’inizio, quella di un pop romanticissimo dai larghi spazi sonori, trascinato dalla voce eterea e androgina di Gonzalez.

Nondimeno, questo “Cry” si dimostra più consistente del disco d’esordio, che zoppicava nella sua lunghezza (quasi 50 minuti). Seppure il rischio sbadiglio c’è anche in questo “Cry”, l’album sembra molto più maturo e sicuro di sé, forse anche merito di Gonzalez e della sua voce, che non ha paura di esporsi cantando i suoi accorati testi.

La ricerca di una bellezza sacrale, eterea e fumosa – per un dream pop che starebbe bene sul palco del RR di Twin Peaks – è bene espressa in brani vincenti come “Heavenly”, “Touch” e “Don’t let me go”, la migliore di tutto il pacchetto, da ascoltare ballando, o meglio ondeggiando,  stretti all’amore della vostra vita.

Ma la mancanza di “Cry” è quella della sorpresa: sì, l’album suona meglio del precedente, più coeso e compatto, e se l’obiettivo era limare i difetti, i Cigarettes ci sono riusciti agilmente; rimane da capire se il risultato ottenuto rappresenta l’apice delle possibilità espressive di una band che ha un grande talento nel creare la giusta atmosfera e apparentemente nessuna intenzione di tenere sveglio il proprio fan.

Da ascoltare con un caffè in mano.

VOTO: 6/10

AGGETTIVO: SONNOLENTO

TRACKLIST:

  1. Don’t Let Me Go
  2. Kiss It Off Me
  3. Heavenly
  4. You’re the Only Good Thing in My Life
  5. Touch
  6. Hentai
  7. Cry
  8. Falling in Love
  9. Pure

ALBUM: CRY

ARTISTA: CIGARETTES AFTER SEX

ANNO: 2019

ETICHETTA: PARTISAN RECORDS

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS


Musica Internazionale, Cinema. Bruce Springsteen arriva al cinema con il suo “Western Stars”

Musica, Nuove Uscite. Dolche: la svolta internazionale di Naïf Hérin, esplosiva come una “Supernova”. VIDEO e TESTO