messaggio di alice vs la mia signorina di neffa super tormentone
Grafica a cura di Juary Santini

Scopriamo la ventinovesima sfida dei trentaduesimi di finale di Super Tormentone – OA PLUS Summer Hits 1980/2019

SFIDANTE | ALICE – Messaggio

Una canzone scritta da Franco Battiato con uno dei suoi tanti pseudonimi da autore, Albert Kiu, per quella che possiamo definire la sua “allieva” preferita, ovvero Alice. “Messaggio” è uno singolo pubblicato nell’estate del 1982, che ha anticipato l’uscita dell’album “Azimut”. Il brano, a cui ha collaborato la stessa Carla Bissi con Giusto Pio, sembra esser stato pensato dal maestro Battiato per il consolidamento del successo commerciale della cantante di Forlì.

Il risultato è un brano per il tempo molto avanti, che resta un’iconico esempio dell’estetica musicale degli anni ’80. Con il suo “messaggio”, Alice canta una sorta di visione del futuro. Infatti all’epoca non si potevano usare sms o chat per lasciare il proprio fidanzato; come spesso accade oggi. Insomma, una canzone moderne e ancora attuale, che ha raggiunto il quarto posto della hit parade e il ventisettesimo tra i singoli più venduti dell’anno.

SFIDATO | NEFFA – La mia signorina

“Io e la mia signorina stiamo bene insieme, presto la mattina e tardi la sera, giorno dopo giorno, ora dopo ora”. Era il 6 aprile del 2001 quando Neffa lancia “La mia signorina”, brano dal ritornello martellante che arriverà fino all’estate, diventando uno dei “tormentoni estivi” dell’anno. Suonatissima in radio, conquisterà la posizione numero 13 della Top Singoli; ovvero la classifica delle canzoni più ascoltate e vendute in Italia.

Dal mood sdolcinato e romantico, il pezzo in realtà non è dedicato ad una donna. Il cantautore partenopeo, infatti, ha dichiarato che la “signorina” in questione è la marijuana.

Chi vincerà la sfida tra Alice e Neffa?

Potete scegliere il vostro SUPER TORMENTONE partecipando alle votazioni sulla nostra fanpage Facebook ufficiale.

VIA ALLE VOTAZIONI!

*Si può votare fino alle ore 12:00 di domani


Scopri il cast e le sfide del CONTEST SUPER TORMENTONE

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Iscriviti al GRUPPO OA PLUS

Articolo precedenteVan Gogh, “I colori della vita” in mostra a Padova da ottobre 2020
Articolo successivoRubrica. DENTRO LA CUCINA DI STEFANO VEGLIANI. Simone Bonini: “Gelato a modo mio”
Avatar
Classe 1987, scrivo di musica e spettacolo dal 2010. Ho collaborato e sono stato tra gli autori della prima ora di All Music Italia. Ho scritto anche per Velvet Music, Biopianeta, Gossip e Tv ed il blog Digital Coach.; oltre ad aver pubblicato articoli sul Corriere Del Mezzogiorno e ViviRoma Magazine. Attualmente sono redattore musicale per OA Plus con cui ho iniziato il percorso per diventare Giornalista Pubblicista. La scrittura, la musica e il cibo sono le mie più grandi passioni. Ascolto soprattutto musica italiana, ma negli ultimi tempi mi sono sempre più avvicinato anche a quella internazionale, prediligendo il pop made in Europe. Ho un passione congenita per gli artisti emergenti, gli "ex talent" e i cantanti "poco noti". Dunque, nel mio piccolo, cerco di sostenere queste categorie. Ho conseguito la Laurea Triennale in "Arte e Scienze Dello Spettacolo" con una testi sul Festival di Sanremo, e poi quella Magistrale in "Professioni dell'Editoria e del Giornalismo" con una Tesi sulla Comunicazione Musicale. Nel 2018 mi sono specializzato in Digital Marketing, in modo particolare in Content Marketing, presso la Digital Coach di Milano, superando l'esame finale e ottenendo la certificazione con un voto di 100/100. Un sogno riposto nel cassetto? Beh, poter scrivere in musica! In un passato, ormai abbastanza lontano, ho scritto qualche testo per canzone e mi piacerebbe poter ricominciare, facendo di questo un'ulteriore sfumatura della mia scrittura, del mio lavoro e del mio percorso. Non m dispiacerebbe nemmeno fare qualche nuova esperienza in radio e tv. Tv, di cui dimenticavo, sono praticamente "addicted" fin da bambino. Chiudo citando una frase tratta da una bellissima canzone di Dolcenera, che negli anni è diventata un po' la risposta a tutte le mie domande, esistenziali e non: "È tutta colpa di cose ovvie".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui