Un cast poco eterogeneo, che si appiattisce sul pop-rock, quello del #StayON. Ma non mancano grandi nomi: da La Municipàl ad Alberto Fortis. Scopriamo tutti i protagonisti della staffetta musicale che coinvolge in diretta streamig, da Bologna a Lecce, tanti live club e festival. L’evento in beneficenza, per una nuova raccolta fondi a favore della Protezione Civile, si concluderà il 13 aprile.

Sulla scia del  grande successo de L’Italia in una stanza prosegue #StayON con la sua staffetta “colorata” di eventi in streaming. D’altronde, a parte i nuovi singoli che stanno uscendo per beneficenza, chi fermerà la musica non sarà certo il Coronavirus.

Il mondo della musica si raccoglie nuovamente su un unico grande palco virtuale. La novità è che a riaccendere le luci sono gli spazi culturali, luoghi di aggregazione e socialità e fonte di lavoro per migliaia di persone del nostro Paese. Un vero e proprio movimento nato da live club e festival dell’intera penisola coordinato da KeepOn LIVE – Associazione di Categoria Live Club e festival italiani per donare agli ospedali e agli enti sanitari.

Al progetto, lanciato il 16 marzo, hanno già aderito tanti artisti. Tra i nomi, musicisti, scrittori, attori e pensatori che della performance hanno fatto la propria strada.

CAST | #StayON

Da Sanremo 2020 Levante, Leo Gassmann ed Eugenio in Via Di Gioia. Da L’Italia in una stanza, invece, La Municipàl, Erica Mou, Zibba, Cisco, Paolo Belli e Alberto Fortis.  

E poi: Marina Rei, The NiroRenzo Rubino, Pier Cortese, Lorenzo Kruger, Roberto Dell’Era, Paolo Benvegnù, Davide ShortyRoy Paci, Samuel, Lodo Guenzi e Bebo, Federico Poggipollini, Francesco Di Bella, Cimini, Gnut, Finaz, Giovanni Truppi, Margherita Vicario, Marianne Mirage, Giorgieness, A Toys Orchestra, I Quartieri, Scarda, Pino Marino, Daniele Celona, Nicolò Carnesi, Ascanio Celestini, Emidio Clementi, Guido Catalano, Roberto Mercadini, Gatto Ciliegia Contro il Grande Freddo, Any Other, Fast Animals and Slow Kids, Selton, Pino Scotto, Folkabbestia, Giancane, Laago, Madaski, Michela Giraud, Giovanni Succi, España Circo Este, Carmelo Pipitone, Bianco, Enrico Gabrielli, Ketty Passa, Giulia Cavaliere, Giovanni Guidi, Sipolo, Fabrizio Cammarata, Cesare Basile, Ettore Giuradei, DJ Osso, Federico Dragogna, Hipster Democratici, Daniele Fabbri ed Eva Pevarello.

Per dimostrare che il supporto alla musica dal vivo non ha confini in un momento come quello che stiamo vivendo, alla coloratissima staffetta di #StayON partecipano anche artisti internazionali come Jeremiah Fraites dei The Lumineers, Jesse Smith,figlia di Patti Smith, Stef Kamil Carlens dei  dEus, Mark Hart dei Supertramp e dei Crowded House, e Steve Wynn dei The Dream Syndacate.

LEGGI ANCHE: Poveri artisti, il grido d’allarme di Roberta Faccani

Poveri artisti: il grido d’allarme di Roberta Faccani

DICHIARAZIONI | #StayON

L’associazione KeepOn LIVE alla stampa lancia l’evento con queste parole:

“Ci siamo sentiti da luoghi diversi e lontani. Mai come in questi giorni abbiamo azzerato le distanze. Insieme abbiamo creato #StayON che, per un mondo spesso disgregato come il nostro, è una rivoluzione culturale. #StayON è la costruzione di palinsesti social condivisi tra live club e festival, un reale tavolo di lavoro che vede la sincera e preziosa collaborazione di musicisti e pensatori che saranno protagonisti di veri e propri Take Over. Ognuno dalla propria casa, ma in diretta dai canali social degli spazi che tutti i giorni fanno musica e cultura. Perchè se crisi significa anche cambiamento, allora prendiamocela questa occasione e colleghiamoci. I Live Club e i Festival sono le scintille che da sempre hanno scatenato le lunghe storie d’amore musicali che sono state colonne sonore dei nostri tempi. La musica non può finire. Live Club  e Festival non possono chiudere. E se le persone non possono andare nei club saranno i club ad andare dalle persone. Siamo un patrimonio culturale e lo stiamo dimostrando. Quando tutto questo sarà finito, questo non dimentichiamocelo.”

DIRETTA | #StayON

Ad ogni diretta è associato un link a sostegno di campagne territoriali per raccolte fondi dedicate agli Ospedali e alla Protezione Civile.

Dalle 18:00 alle 20:00 con nove canali. Ogni canale è composto da 4 live club e festival che trasmettono le rispettive dirette identificandosi con un colore dell’arcobaleno. Arcobaleno che rappresenta la speranza e l’accoglienza, per eccellenza le basi concettuali del nostro settore, simbolo quanto mai attuale in questo difficile periodo storico.

I canali dell’arcobaleno di #StayON:

  • il canale viola

con Germi (Milano), Diavolo Rosso (Asti), il Festival Suoni di Marca (Treviso), Off Topic (Torino)

  • il canale indaco

con Latteria Molloy (Brescia), Deliri Cafè Bistrot (Sora FR), Indiegeno Festival (Patti-ME) e Blackstar (Ferrara)

  • il canale blu

con Bloom (Mezzago, MB), Hall (Padova), La Musica Può Fare Festival (Caserta), Cinzella Festival (Taranto), Here I Stay Festival (Mogoro, OR)

  • il canale verde

con Mood Social Club (Rende, CS), Circolo Quadro (Cittadella, PD), Cap10100 (Torino), Fabbrica 102 (Palermo), Reload Sound Festival (Biella)

  • il canale giallo

con I Candelai (Palermo), Linea Gotica (Ferrandina, MT), _resetfestival (Torino), Spazio23 (Gallarate-VA)

  • il canale arancione

con Mikasa (Bologna), Lanificio 25 (Napoli), Comic Festival (Perugia), QuIndie Festival (Perugia) e Demodè (Bari)

  • il canale rosso

con Punk Funk (Palermo), Binario69 (Bologna), Distilleria Molloy (Brescia), Lumiere (Pisa), Sofà So  Good, BlahBlah, Mad Dog (Torino), Balena Festival + CANE (Genova)

  • il canale magenta

con Fuori Tema (Urbino), Cisim (Ravenna), Largo Venue (Roma), Inkiostro – Church Unplugged Session (Cori – LT)

  • il canale azzurro

con Sei Festival (Lecce), Trenta Formiche (Roma), Far art Club (Terni).

È attivo anche un canale bianco destinato “a reti unificate” a eventi di raccolta fondi e ai festival. In questo momento di emergenza sanitaria e grave crisi, gli operatori del mondo della musica vogliono – insieme! – lanciare un messaggio fondamentale: se le porte degli spazi sono tutte serrate in ottemperanza alle disposizioni di Governo e per profondo senso di dovere civile, riaccendiamo insieme le luci dei nostri spazi sui palchi virtuali. Un appello permanente agli artisti, ai media e al pubblico che nasce dalla responsabilità di ridisegnare il ruolo sociale e culturale che tutti i giorni la filiera della musica dal vivo svolge per il nostro Paese.

Sul sito keeponlive.com è possibile consultare il calendario e l’archivio in continuo aggiornamento di tutte le dirette streaming: un vero e proprio palinsesto multicanale che testimonia la vivacità e la voglia di collaborare di questa categoria.

I palchi virtuali restano aperti gratuitamente a tutti: per due ore al giorno, in “slot” da 30 minuti l’uno, fino alla fine del periodo di contenimento, le pagine Facebook di Festival e Live Club sono continuamente animate da una serie di esibizioni speciali, che saranno raccolte sulla piattaforma di KeepOn LIVE.

LEGGI ANCHE Petra Magoni e Frida Bollani incantano con “Imagine”. Riviviamo la performance a “L’Italia in una stanza” – VIDEO

Petra Magoni e Frida Bollani incantano con “Imagine”. Riviviamo la performance a “L’Italia in una stanza” – VIDEO

Chicca qui per mettere “Mi piace” al mio BLOG HIT NON HIT

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS


Classifica EarOne tv indipendenti: il podio resta invariato mentre Irene Grandi è in salita

Francesca Michielin e Fabri Fibra, fuori il videoclip di “Monolocale”