Il momento tanto agognato da due anni a questa parte, ora ha finalmente una data ben precisa: salvo ulteriori nuovi decreti, dal prossimo 1 maggio sarà possibile tornare alla normalità pre covid per quanto riguarda i concerti in locali e palazzetti. Addio quindi a mascherine e distanziamento, via libera anche alla piena capienza di club e palazzetti. Una manna tanto per chi da tanto tempo aspetta di tornare a godere appieno delle emozioni della musica dal vivo, ma anche e soprattutto per gli addetti ai lavori di un settore su cui la pandemia ha colpito duro.

Come detto, però, ci sarà ancora da pazientare un pochino e tenere sempre un occhio vigile sui numeri, con il virus che sembra aver rialzato la testa anche se al momento senza eccessivi impatti sul Sistema Sanitario Nazionale. I vaccini e l’evoluzione dello stesso virus sembrano quindi poter dare via libera a ritorno alla normalità. Ad ogni modo fino al prossimo 30 aprile sarà ancora in vigore l’obbligo di mascherina e green pass per l’accesso agli eventi: in caso di manifestazioni all’aperto sarà sufficiente il green pass base, servirà invece quello rafforzato per quelle al chiuso.

La notizia del nuovo decreto, intanto, ha scatenato la corsa alla riprogrammazione delle date. Dopo il balletto infinito di rinvii dei vari tour e concerti, susseguitosi per due interi anni fra incertezza, dubbi e mille domande sull’effettiva possibilità di poterli svolgere, ora tutto pare davvero pronto per la rinascita della musica dal vivo. Ora si riparte, e lo si fa per davvero.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Alessandro Gennari/OA Plus


Jimmy Sax affascina anche l’Italia con il suo irresistibile sax che fa del jazz un fenomeno pop. Ecco le date del Tour 2022!

Concerto del Primo Maggio 2022: svolta femminocentrica con il contest 1MNEXT dedicato agli emergenti. Ecco i 10 finalisti e i primi ospiti annunciati