orchestra Rai

Tornerà a suonare, ma senza pubblico. Sarà inconsueta ma densa di significati la prossima esibizione della lunghissima storia dell’Orchestra sinfonica nazionale della Rai.

Il ritorno è previsto il 18 giugno in diretta dalla sua sala a Torino, ma questa volta senza spettatori. E non sarà neppure l’ultimo degli spettacoli in fase 2-Covid, perché infatti è stata programmata un’intera stagione di 7 concerti, quattro di sinfonica e tre da camera, che andranno il giovedì in diretta su Radio Rai 3, e si sta lavorando anche per riuscire a mandarli in onda anche in streaming su Rai Play, e uno se possibile su Rai5, canale spesso dedicato a questi spettacoli.

All’Ansa è stato chiaro sulla scelta il Direttore Artistico dell’Orchestra Rai Ernesto Schiavi. “Noi siamo servizio pubblico. Per noi quindi è importante avere il pubblico in sala ma ancora più importante quello della radio, e dello streaming”.

E riguardo alla possibilità che il ritorno del 18 giugno e i 7 concerti della mini-stagione possano essere concerti a metà, Schiavi è altrettanto chiaro. “Saranno senza pubblico ma con tutti i crismi”. Naturalmente, con gli orchestrali (45 al massimo) distanziati tra loro come le norme richiedono.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: facebook.com/OSNRai/