Musica Internazionale, Libri. Elton John e la sua autobiografia, in "Me" asprezze e gioie di una carriera infinita - OA Plus

Si intitola “Me” l’autobiografia di Elton John, e promette di essere un libro dalle tinte forti, molto forti. 

A editarlo in Italia sarà Mondadori, mentre a presentarlo è stato lo stesso cantautore che ha parlato di un libro che sarà una sorta di testamento da lasciare ai piccoli di casa. “Voglio che i miei figli sappiano come era il loro padre”, ha fatto sapere Sir Elton, aggiungendo però che i suoi bambini “naturalmente non hanno il permesso di leggere, perlomeno fino a quando avranno 15 o 16 anni”.

“Me” è un vero e proprio libro delle memorie, crudo e duro come dura è stata la vita del cantante britannico sia prima che dopo il successo. La bulimia, poi dopo aver raggiunto il successo lo shopping compulsivo, oltre a dipendenza da cocaina e alcol. John ha presentato il suo libro ieri sera a Londra, intervistato dallo scrittore e comico David Walliams davanti alla platea dell’Hammersmith Apollo di Londra.

Me, autobiografia Elton John (stefanelli)

Prim’ancora di immergersi nelle pagine di “Me”, Elton John ha ripercorso i suoi 72 anni di vita davanti al pubblico, a partire dall’inizio del suo più grande amore: la musica. “Un giorno nel 1957 mia madre portò a casa il disco di Elvis Heartbreak Hotel, e per me è stata la fine”.
Più che la fine, un grande inizio. L’inizio di una carriera contrassegnata dal matrimonio con il paroliere Bernie Taupin, con cui il sodalizio è durato la bellezza di 30 anni. E poi una marea di aneddoti, i celebri amici Rod Stewart, John Lennon e Freddie Mercury, raccontati nel libro senza tralasciare gli aspetti più crudi, i passaggi della vita più difficili, come la morte per Aids di Freddie e il regalo postumo che il front-man dei Queen gli aveva fatto recapitare, un acquerello di Scott comprato all’asta e un biglietto che si concludeva con “Ti voglio bene”. Sulla fine della sua carriera John ha promesso che non viaggerà più, che vorrà stare “solo con mio marito e i ragazzi”. Una fine della carriera che sembra già fissata per novembre 2021, alla fine dell’ultimo tour che toccherà più continenti.


Moda, News. The Cure: all’asta la camicia nera indossata da Robert Smith nel tour del 1989

Musica Italiana, nuove uscite. Tutte le “nocc” di Davide Van de Sfroos: esce domani il triplo Live del cantautore bresciano