Buono e gustoso come…saltare il pasto. E’ un progetto ambizioso e innovativo quello al quale hanno lavorato per più di due anni l’Università di Bologna e il Gruppo Monti Salute Più, realtà attiva dal 1970 che conta tra Emilia Romagna e Veneto centri termali e poliambulatori e la ‘chicca’ del “Villaggio della Salute Più”, 52 ettari di Acquapark estesi sulle colline bolognesi.

Gruppo Monti Salute Più

Dopo la birra con acqua termale studiata e immessa sul mercato ormai alcuni anni fa, il Gruppo ha deciso di affidarsi all’Università di Bologna, e nello specifico al Centro Interdipartimentale “L.Galvani” e l’Alma Mater Studiorum, per mettere a punto un prodotto che, giura il General Manager del Gruppo Monti Graziano Prantoni, “non ha eguali in Italia”. Un prodotto da forno sostitutivo del pasto, completamente biologico, costituito dai tre macronutrienti: carboidrati, proteine e lipidi.

Sano, buono, completo e come logica conseguenza delle poche (ma sufficienti) calorie, pure dimagrante. L’ipotetico spot del futuro del “Saltapasto”, così sono stati ribattezzati i sacchetti da 70 grammi di croccante prodotto, potrebbe racchiudere tutte queste qualità. In fondo, spiega ancora Prantoni, “lo studio è stato lungo ed accurato, siamo partiti dalla composizione del prodotto ed arrivati al basilare aspetto del gusto, della bontà”.

La bontà, a proposito. L’appetibilità. In un mondo infinito di prodotti bio e integrali spesso ottimi per la dieta e molto meno per il palato, “Saltapasto”, degustati in un pomeriggio di mite autunno come inconsueta merenda accompagnati da una altrettanto inconsueta birra all’acqua termale, sono gradevoli e nel sacchetto ‘dolce’ sconfinano addirittura nel delizioso. Stupiscono per gusto, insomma. “Il dolce non contiene zuccheri, ma solo succo di mela e il salato ha pochissimo sale. Il ‘Saltapasto’ dolce sono biscotti composti da nocciole, confettura di frutti di bosco, succo di limone, farina di piselli, aroma di arancio, mentre il salato sono piccoli crackers composti da farina di fagioli, farina di grano, semi di zucca”, fa da bugiardino il General Manager.

Il resto sta invece nelle proprietà dei biscotti e cracker, aspetto certamente importante quanto, e più, del gusto stesso. “Saltapasto” grazie ai macronutrienti carboidrati, proteine e lipidi, e ad una composizione che mantiene in equilibrio i valori del metabolismo (glicemia, insulina e trigliceridi), fornisce nelle 300 calorie di un sacchetto (o dolce o salato, o metà e metà, vietata l’abbuffata dei due sacchetti che farebbe schizzare a 600 le calorie!) gli elementi in grado di sostituire appieno un pasto completo, senza limiti di utilizzo. Volendo, insomma, si possono sostituire anche tutti e tre i pasti della giornata con “Saltapasto”, per chi non sentisse troppo la mancanza del bucatino o della braciola.

Come conseguenza naturale, “Saltapasto” consente anche di dimagrire visto che “un pasto usuale si aggira attorno alle 2000 calorie”. Meno calorie e massimo bilanciamento consentono, poi, di evitare “la fastidiosa sonnolenza post prandiale, donandoti anche energia e concentrazione per il resto della giornata lavorativa”.

D’accordo la praticità dei sacchetti, la bontà e la qualità del prodotto, ma il prezzo? A portata di tutte le tasche. 3,50 euro il dolce, un euro in meno il salato.

In ultimo, un altro tema non trascurabile: la sazietà. “Saltapasto”, per dirla volgarmente, ‘riempie’. Appaga, insomma. E il segreto è presto svelato. “Uno dei temi su cui abbiamo lavorato è stata la masticabilità, perché la masticazione è importantissima poiché da li inizia il processo di digestione. Inoltre c’è un aspetto importante psicologico perché la masticazione dà un senso di sazietà e toglie la fame nervosa”.

Lanciati sul mercato da poche settimane, i “Saltapasto” si possono acquistare direttamente on line cliccando su   https://www.salutepiu.store/, assieme a tanti altri prodotti che vanno dalla birra ai liquori essenziali, fino alla dermocosmesi e ai profumi, oppure nel “Salute Più Concept Store” aperto in via Irnerio 10/L a Bologna, in attesa che i sacchetti arrivino magari, entro breve, anche in negozi specializzati (inizialmente del centro nord) come farmacie o negozi di prodotti bio. Non è escluso infine, anzi probabile, che presto arrivino anche due nuovi gusti dolci e salati ai quali Gruppo Monti e Università di Bologna stanno lavorano.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Libri. È uscito “Era Indie” di Riccardo De Stefano, il racconto del nuovo pop italiano

Musica Italiana, Concerti. The Niro & Gary Lucas in tour con il Songbook su Jeff Buckley