Oggi il raggio di luce lo puntiamo su Steven Spielberg.

Il regista più fantasioso e immaginario del cinema mondiale, ha scoperto pochi anni fa, all’età di 61 anni, di aver sofferto da bambino di dislessia. La sua battaglia contro questa malattia ebbe forti ripercussioni sulla sua vita scolastica, non priva di fenomeni di sbeffeggiamenti e bullismo da parte di alcuni compagni di scuola. È  così che successivamente, il grande regista realizzò il soggetto de ‘I Goonies’, storia di una banda di ragazzini disadattati che si uniscono e proteggono a vicenda.

https://www.instagram.com/p/BzoGMFfB3bo/?utm_source=ig_web_copy_link

Lo stesso Spielberg ha dichiarato che da bambino, negli anni 50, stentava a leggere, ed era così vittima di un costante bullismo da parte dei compagni, da detestare l’andare a scuola. Infatti, non fu in grado di leggere per quasi due anni ed era di due anni indietro rispetto alla sua classe: “Ero imbarazzato all’idea di alzarmi in piedi e leggere davanti a tutti” ha dichiarato il regista.

In quel periodo non fu diagnosticata questa patologia alla famiglia del regista, il che rese la situazione ancora più difficile e pesante da gestire.

https://www.instagram.com/p/BXusvucAacE/?utm_source=ig_web_copy_link

Oggi, Steven Spielberg afferma:

“Non mi sono mai sentito una vittima.

I film mi hanno aiutato, mi hanno salvato dalla vergogna…

e credo che girarli fosse la mia via di fuga.

Ecco come sono riuscito a fuggire dalla realtà”.

Proprio per questa particolare malattia, il regista impiega più tempo per leggere e comprendere, ma con un vantaggio superiore alla media, in quanto dedica più tempo all’immaginazione e visualizzazione di una sceneggiatura… questo fa sì che il regista trasformi un punto debole in un potenziale straordinario. Non a caso, i temi ricorrenti dei suoi più grandi successi cinematografici, parlano di personaggi ‘normali e comuni’, coinvolti in situazioni eccezionali e sconvolgenti, che riescono a gestire in modo geniale e positivo.

https://www.instagram.com/p/BwcBdFSBKDv/?utm_source=ig_web_copy_link

Steven Spielberg, con la sua filmografia straordinaria e fantasiosa, ha dimostrato che spesso alcuni limiti possono trasformarsi in strumenti di ispirazione, creatività e genialità…

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

TAG:
Chiara Sani dislessia Steven Spielberg The Goonies

ultimo aggiornamento: 13-10-2019


Cinema. Carlo Croccolo: si spegne il grande attore napoletano, alter ego di Totò ed ex di Marilyn Monroe

Cinema. “La Fabbrica dei Sogni” di Chiara Sani: Ve li ricordate i GOONIES?