Seguici su

Cinema

Gli attori di ‘Romeo e Giulietta’ accusano la Paramount Pictures: “Scene di nudo da minorenni contro la nostra volontà”

Romeo e Giulietta fanno causa alla Paramount Pictures per scene di nudo da minorenni non autorizzate

Pubblicato

il

Crediti foto Shutterstock

Si parla di un film del 1968 e di due attori a quell’epoca minorenni. Secondo quanto riportato dall’agenzia France Presse, i due attori  Olivia Hussey allora 15enne e Leonard Whiting allora 16enne, hanno avviato un’azione giudiziaria contro la Paramount Pictures, accusando la produzione di aver diffuso una scena di nudo non autorizzata. Si tratta del film ‘Romeo e Giulietta‘, capolavoro del famoso regista italiano Franco Zeffirelli scomparso nel 2019, che valse un Golden Globe ai due ragazzi, per la loro interpretazione dei personaggi di William Shakespeare.

Secondo l’avvocato dei due attori, gli stessi avrebbero conseguentemente all’uscita del film, sofferto per gli oltre cinquant’anni successivi di ansia e disagio emotivo, pertanto è stato richiesto un risarcimento di diverse centinaia di milioni di dollari, anche se, la rivista specializzata Variety, fa notare che a suo tempo l’attrice aveva difeso la scena incriminata durante un’intervista, asserendo che “era necessaria per il film“. Lei però si giustifica: “Zeffirelli aveva insistito pesantemente affinché girassimo la scena, altrimenti il film sarebbe fallito, diceva“.

La scena sotto accusa, inizialmente doveva essere girata con biancheria intima color carne, ma poi, si era finito per scoprire il seno ed i glutei, pertanto i responsabili del film sono accusati di aver girato scene di minorenni nudi o seminudi senza il loro consenso, in violazione delle leggi. I due attori sostengono di essere stati ingannati in quanto il regista gli aveva promesso che “non sarebbe stata presente alcuna nudità nella pellicola“.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto Shutterstock

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

WEB TV

Pubblicità