Scattano le fase 2 e 3 della campagna vaccinale anti Covid in Italia. Secondo le nuove linee guida emerse ieri sera durante l’incontro fra governo e Regioni, il piano vaccinale prevede che i vaccini Pfizer e Moderna siano somministrati agli over 80 e alle categorie più fragili, mentre quello di AstraZeneca alle persone al di sotto dei 55 anni fra personale scolastico docente e non docente, forze armate e di polizia, personale carcerario e detenuti.

Le nuove fasi della campagna entreranno nel vivo dopo l’arrivo lunedì prossimo del primo carico di dosi di vaccino Astrazeneca. Secondo quanto riferito c’è accordo unanime Stato-Regioni sulla distribuzione dei 3 vaccini oggi disponibili.  Obiettivo del piano nazionale vaccino è somministrare 2 milioni di dosi a febbraio, 4 milioni a marzo e 8 milioni ad aprile, per un totale di 14 milioni di dosi in un trimestre. “La Campagna di vaccinazione resti fuori da crisi e da contese politiche. È la cosa più importante per tutto il Paese”, ha dichiarato il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine dell’incontro in videoconferenza con le Regioni, che ha aggiunto: “Il tetto anagrafico (di 55 anni, ndr) per il vaccino AstraZeneca potrebbe essere superato in futuro dopo ulteriori valutazioni scientifiche. I vaccini sono essenziali ma ci sono anche altre opzioni in valutazione: stiamo accelerando sugli anticorpi monoclonali.

 

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Shutterstock

TAG:
AstraZeneca Moderna over 80 Pfizer under 55 Vaccino anti-Covid

ultimo aggiornamento: 04-02-2021


Indagine shock: bambini venduti dalle suore a preti e politici pedofili

Orrore a Palermo, bimba di 11 anni violentata da un 16enne nel bagno di un centro commerciale: si erano dati appuntamento su TikTok