Parte oggi, lunedì 19 ottobre, in Emilia Romagna la prima campagna di test sierologici completamente dedicata agli studenti di ogni ordine e grado (0-18 anni e maggiorenni, se iscritti alle superiori), familiari conviventi (genitori, fratelli e sorelle e nonni) e universitari, purché assistiti in Emilia-Romagna. Da oggi la Regione darà il via allo screening totalmente gratuito e rapido, che sarà possibile fare su appuntamento in oltre 660 farmacie del territorio. Il servizio sarà attivo fino al 30 giugno 2021 e non ci sarà un limite di volte cui potersi sottoporre al test veloce.

Secondo quanto riporta AdnKronos, le stime nel primo mese prevedono 400mila test. I test sierologici rapidi usati per lo screening si basano su campioni di sangue capillare (pungidito). La procedura è semplice: basta prendere appuntamento nella farmacia prescelta, consultando l’elenco di quelle che aderiscono al progetto sul sito https://salute.regione.emilia-romagna.it/sierologico-farmacie, che verrà costantemente aggiornato.

I cittadini che rientrano nel target indicato dalla Regione possono farsi testare (sempre su appuntamento) se hanno l’assistenza sanitaria in Regione. Se il cittadino testato risulterà positivo, verrà contattato dai Dipartimenti di Sanità Pubblica aziendali per eseguire il tampone nasofaringeo che potrà rilevare l’eventuale presenza del virus. L’obiettivo è individuare le persone che hanno contratto il virus e sono asintomatiche, impedendo la nascita di focolai nella scuola.

 

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Iscriviti al GRUPPO OA PLUS

Foto: Shutterstock

TAG:
Emilia Romagna Focolaio screening test sierologici scuole

ultimo aggiornamento: 19-10-2020


A Minsk continuano le proteste: spauracchio dello sciopero generale

Viviana Parisi e Gioele, spuntano nuovi indizi sulla morte della dj e del figlioletto: superata la pista omicidio-suicidio