A intentargli causa è stata la ex badante

Un triste Natale quello passato da Pietro Nucci , anziano pensionato invalido di novant’anni.

All’uomo, veneziano, sono stati pignorate la pensione e il conto corrente dopo aver perso una causa contro la ex badante.

Nucci vive in un appartamento di via Toniolo, appartamento venduto qualche anno fa a un vicino a un prezzo stracciato e in cui ora abita con la formula dell’usufrutto.

Ridotto a vivere in condizioni di precarietà anche prima della condanna, il pensionato ha ricevuto un vero e proprio colpo di grazia dopo la sentenza che si rifà a una vicenda risalente un paio di lustri fa.

In casa di Nucci aveva operato una badante dal 2009 al 2013, e poi anche nel corso del 2015, in un rapporto di lavoro che però non era stato regolarizzato.

Ricorsa al giudice, la donna si era vista premiare dalla sentenza dell’8 luglio 2020 che obbligava il pensionato invalido a pagare una cifra di oltre 13 mila euro, di cui 8.701,96 alla badante e 2.789 per liquidare le spese processuali, a cui vanno aggiunte Iva, Cpa e spese legali.

Non potendo pagare questa somma, a Nucci ora il conto gli è stato pignorato e ogni mese, per raggiungere l’ammontare della condanna, deve versare 20 euro della sua pensione da 700 euro all’ex dipendente.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse

TAG:
badante Pietro Nucci pignoramento Venezia

ultimo aggiornamento: 27-12-2021


I Ferragnez positivi al Covid, ecco come stanno Leone e Vittoria VIDEO

Omicron, lo spettro del virus minaccia ancora il mondo delle crociere