Si è suicidato Giuseppe De Donno, ex primario di pneumologia dell’ospedale “Carlo Poma” di Mantova che per primo l’anno scorso aveva iniziato la cura del Covid con le trasfusioni di plasma iperimmune, terapia che prevedeva l’infusione di sangue di contagiati dal Coronavirus, opportunamente trattato, in altri pazienti infetti. De Donno aveva 54 anni e si era dimesso dall’ospedale di Mantova a giugno scorso per cominciare, lo scorso 5 luglio, la nuova professione di medico di base a Porto Mantovano.

Ancora non sono chiare le dinamiche del suicidio e le circostanze del ritrovamento del corpo, che sarebbe avvenuto da parte di alcuni parenti. L’ex primario abitava a Curtatone con la moglie e una figlia. 

 

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Facebook

 

 

 


Macabra scoperta di una ragazzina durante una passeggiata nelle campagne di Pisa

Restano liberi gli otto autisti di autobus che per due anni avrebbero abusato di ragazza disabile