Percepivano il reddito di cittadinanza nonostante avessero precedenti per reati legati alla criminalità organizzata di tipo mafioso.

Ad accertarlo è stata la Guardia di Finanza che ad Agrigento ha sequestrato 11 social card ad altrettante persone.

Le Fiamme Gialle hanno scoperto che gli indagati avevano avanzato e ottenuto, senza averne titolo, istanza per il reddito di cittadinanza.

In tutto, almeno secondo una prima stima, il danno accertato per le casse pubbliche sarebbe di 300mila euro, e gli indagati sono complessivamente 69, ma l’ipotesi investigativa, che verrà approfondita nelle prossime ore, potrebbe portare ad individuare presto altri illegittimi percettori del reddito di cittadinanza.

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti: LaPresse – Claudio Furlan

TAG:
Inps mafia Truffa

ultimo aggiornamento: 29-09-2020


La Turchia starebbe inviando combattenti siriani a sostegno dell’Azerbaijan

Buon compleanno Nicola Di Bari, Loretta Goggi, Raf! Gli auguri con una playlist condivisa