Al Parlamento di Hong Kong non ci sarà più l’opposizione, e la scelta è dei parlamentari stessi. 19 giovani deputati dell’opposizione infatti hanno rassegnato le dimissioni in segno di solidarietà, dopo che il governo di Pechino ha espulso l’11 novembre 4 parlamentari, considerati pericolosi per la fedeltà al governo centrale. I loro nomi sono Alvin Yeung, Kwok Ka-ki, Dennis Kwok e Kenneth Leung.

Lo scorso luglio il governo centrale ha emesso una legge sulla sicurezza nazionale, che di fatto limita le libertà date all’ex colonia britannica, tornata in mano cinese nel 1997.

Il Legco, organismo legislativo della metropoli, è composto da 70 parlamentari, metà dei quali rappresentanti delle categorie dei lavoratori, e metà eletti a suffragio universale. I democratici, scettici sul potere centrale del Pcc, sono in maggioranza nella metà eletta, mentre vengono superati complessivamente grazie ai rappresentanti dei lavoratori.

I rappresentanti democratici negli ultimi anni hanno subito diverse intimidazioni ed espulsioni, come quando si sono rifiutati di prestare giuramento al governo centrale.

“È la fine dell’approccio ‘un paese, due sistemi’” ha esclamato uno dei parlamentari commentando l’espulsione dell’11 novembre. Del resto, il consolidamento del mercato interno e del potere centrale è uno dei capisaldi delle politiche di Xi Jinping, il carismatico leader del Pcc e presidente della Repubblica Popolare, che soprattutto dopo la zuffa dei dazi con Trump ha preferito rifocalizzarsi sul mercato interno.

Quale sarà il futuro di Hong Kong? Molti politici anti-Pechino sono fuggiti, e molti sono stati catturati mentre cercavano di raggiungere Taiwan. Le continue vessazioni a politici, giornalisti e intellettuali non allineati, secondo molti politologi, sfocerà in un appiattimento dell’autonomia della metropoli, che un giorno non godrà più di alcun privilegio rispetto alla Cina continentale.

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: LaPresse
TAG:
Cina hing kong

ultimo aggiornamento: 12-11-2020


Grace Kelly e Mietta, seduzione e fascino per due donne nate il 12 novembre

Rubrica. COVID A LIETO FINE. “Io, chirurgo, vi spiego come sono guarito dal Covid. Un’esperienza dura ma non traumatica”