“Un lockdown a Natale è nell’ordine delle cose”. Lo ha dichiarato il virologo dell’Università di Padova Andrea Crisanti ai microfoni di Studio24, citando l’esempio della Gran Bretagna che ha deciso di fare lockdown durante le vacanze scolastiche. Crisanti ha messo in guardia sui rischi della nuova fase dell’epidemia di Coronavirus spiegando che “Via via che i casi aumentano, la capacità di contact tracing e fare tamponi diminuisce e si entra in un circolo vizioso che fa aumentare la trasmissione del virus”. 

“Più che misure sui comportamenti occorre bloccare il virus: tra 15 giorni non non vorrei trovarmi a discutere di 10-12mila casi al giorno”, ha proseguito il virologo. da qui l’indicazione che, a suo giudizio, con un lockdown a Natale “si potrebbe resettare il sistema, abbassare la trasmissione del virus, e aumentare il contact tracing”.

 

Segui OA PLUS su INSTAGRAM

Metti “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Iscriviti al GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: LaPresse

TAG:
Andrea Crisanti lockdown Natale

ultimo aggiornamento: 14-10-2020


Greta Zuccoli, da Damien Rice e Diodato alle selezioni di Sanremo Giovani 2020

Merate, incendiate le auto di due giornalisti