“Saremo pronti a intervenire nuovamente se necessario”. Lo ha detto pochi minuti fa il premier Giuseppe Conte illustrando l’ultimo Dpcm del 18 ottobre durante un’informativa alla Camera dei Deputati.
“Siamo ancora dentro la pandemia – ha spiegato il presidente del Consiglio – e il costante aumento dei contagi ci impone di tenere l’attenzione altissima: stavolta però, forti dell’esperienza della scorsa primavera, dovremo adoperarci, rimanendo vigili e prudenti”.

“L’Italia è oggi in una situazione ben diversa rispetto a quella del mese di marzo, anche se anche questa situazione si sta rivelando molto critica”, ha aggiunto Conte, che ha toccato anche il tema scuole: “Solo per le scuole secondarie di secondo grado, sono previste modalità ancora più flessibili di organizzazione dell’attività didattica, e la ministra Azzolina presiederà perché questo avvenga, che contemplano ingressi degli studenti scaglionati, a partire dalle 9, con possibilità di ricorrere anche ai turni pomeridiani”.

Il governo intanto non esclude di preparare un nuovo Dpcm nel weekend in base all’evolversi della situazione contagi.

 

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: LaPresse

TAG:
Giuseppe Conte

ultimo aggiornamento: 22-10-2020


Delitto di Lecce, Antonio De Marco chiede un nuovo interrogatorio: “Sono pronto a dire tutto”

AmaSanremo: Alioth con Titani in gara per un posto a Sanremo 2021