Ha finito di soffrire dandosi fuoco nel vecchio camper dove viveva da alcuni anni.

E’ finita così, tragicamente, la vita di Cloe Bianco, all’anagrafe Luca Bianco, docente di Fisica di Marcon (Venezia), che nel 2015 fece scalpore perché si presentò in classe, in un istituto del Veneziano, in abiti femminili, facendo outing.

Ormai da anni era lontano dall’ex moglie e dalla figlia, e viveva appunto sola in un camper parcheggiato a lato della strada regionale tra Auronzo e Misurina (Belluno).

Proprio sul mezzo si è data fuoco, anticipando il gesto nel suo blog lo scorso 10 giugno, attraverso uno scritto che esordiva così: “Subito dopo la pubblicazione di questo comunicato, porrò in essere la mia autochiria, ancor più definibile come la mia libera morte”.

A seguito della vicenda del 2015, il giudice le aveva dato torto rispetto alla sospensione di tre giorni che le era stata comminata. L’outing in così breve tempo, senza preparare adeguatamente le scolaresche, non era stato “responsabile e corretto”, scrisse la sentenza.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Foto: archivio LaPresse


Chiara Nasti ci ricasca! Ancora putiferio sul web per alcune dichiarazioni sul peso: “Se vi svaccate avete problemi”

Stargazing, la magia del cielo estivo ammirato dal mare: ecco la proposta di Boataround