Il ladro era stato condannato a 3 anni e 8 mesi ma era uscito dal territorio nazionale perché non c’era nei suoi confronti un ordine di arresto

Sorprese un ladro in casa con i complici e gli sparò, ferendolo. Ora è arrivata la sentenza della Cassazione, e l’uomo, un 39enne di Legnaro in provincia di Padova, è stato arrestato nella propria abitazione e condotto in carcere.

E’ accusato di tentato omicidio e ha subito una pena di 4 anni e 11 mesi, così come avevano stabilito i giudici in primo e in secondo grado, Walter Onichini, oltre che al pagamento di 25 mila euro come risarcimento.

La vicenda risale al luglio 2013, quando Onichini sparò ad un ladro che di notte in cortile gli stava rubando la macchina.

Il ladro, che era con dei complici, è un albanese di 30 anni che era stato espulso prima dei fatti e si trovava in Italia illegalmente.

Per quel furto era stato condannato a tre anni e 8 mesi, ma dopo la testimonianza in aula era subito uscito dal territorio nazionale perché nei suoi confronti non c’era un ordine di arresto.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS


Scuola, c’è già una classe in quarantena causa Covid

Isole Faroe, si rinnova la triste tradizione: 1500 delfini massacrati. “Mai vista una mattanza così”