Tre giorni di abusi sessuali su una 17enne. E’ questa l’accusa nei confronti di un buttafuori ventenne, originario di Pomezia, condannato a 16 anni di carcere con l’accusa di violenza sessuale, sequestro di persona, rapina e lesioni con l’aggravante della crudeltà.

Il buttafuori lavorava nella security di una discoteca del Viterbese. Ed è proprio lì che ha incontrato la 17enne. Dopo la serata, il ragazzo ha cercato la minorenne sui social e le ha chiesto di uscire.

Dopo la nascita di una frequentazione il ventenne, manipolando la 17enne, l’avrebbe costretta ad andare in un motel dove la vittima sarebbe stata violentata per tre giorni consecutivi, senza la possibilità di allontanarsi dalla stanza d’albergo.

La ragazza per diverso tempo ha tenuto nascosto l’accaduto, ma poi, complici i dubbi dei genitori, ha vuotato il sacco, portando all’arresto del buttafuori.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

TAG:
Roma

ultimo aggiornamento: 28-09-2022


Si indaga per omicidio a Napoli, insegnante trovato morto nel cortile della scuola media

Eros Ramazzotti contro la vittoria di Giorgia Meloni: «Siamo quello che ci meritiamo»