All’origine della tragedia un possibile malore in acqua, ma le indagini proseguono

Aveva solo 21 anni ed è morto davanti agli amici, Gabriele Ibba.

La tragedia è avvenuta a Cagliari, dove il giovane si apprestata a svolgere una delle attività che amava di più: l’immersione in acqua, di cui era molto esperto.

Gabriele ha scelto con gli amici le acque del Poetto, in prima serata. Alle 20.30, non vedendolo risalire dopo una immersione nelle acque antistanti la Sella del Diavolo, gli amici hanno fatto scattare l’allarme.

Sul posto sono giunte immediatamente una motovedetta e un gommone della Guardia costiera e in volo si è alzato anche l’elicottero della Capitaneria.

Alle 22, la tragica scoperta. Il corpo di Gabriele Ibba senza vita è stato rinvenuto vicino al porticciolo di Marina Piccola.

Si sta cercando di capire quale possa essere stata la dinamica della tragedia. L’ipotesi più accreditata è quella di un malore in acqua.

Qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS

Qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

Crediti foto: Twitter Gabriele Ibba


Pavia, mozione di Fratelli d’Italia contro il Ddl Zan in Consiglio Comunale. Persone LGBTI+ e con disabilità in piazza il 13 luglio per protestare contro l’omotransfobia

Messico, volontario bresciano ucciso a colpi di pistola